I prodotti equo-solidali

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Barbara D'amelia Contatta »

Composta da 131 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 466 click dal 04/10/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Per approfondire questo argomento:

Questo articolo è estratto dal documento:

L'impatto del commercio equo e solidale: il caso della produzione di artigianato in Perù di Barbara D'amelia

I prodotti equo-solidali si differenziano da quelli tradizionali non per la qualità ma per la natura e le caratteristiche del processo produttivo. Fanno parte del circuito FT quei prodotti alimentari e di artigianato realizzati nei PVS e venduti nei paesi industrializzati, che possiedono una serie di criteri che qualificano il loro processo di produzione e di scambio; essi, infatti, appartengono ad una speciale filiera all’interno della quale ci si propone in qualche modo di garantire una superiore qualità sociale e responsabilità ambientale del prodotto. Attualmente, il consumatore critico o qualsiasi altro tipo di consumatore può scegliere tra un’offerta molto ampia di beni che provengono dal circuito del
commercio equo. L’assortimento può essere catalogato in tre diverse classi:
-Prodotti alimentari come banane, ananas, bevande alcoliche e analcoliche, succhi di frutta, birra, biscotti, cacao, caffé, orzo, tè, caramelle, cereali elegumi, cioccolatini, miele, pasta, riso, snack dolci e salati, spezie, zucchero e molti altri; Prodotti artigianali di cui fanno parte articoli di abbigliamento e d’arredo, bigiotteria, candele e incensi, cartoleria, oggetti vari, strumenti musicali, prodotti per l’igiene personale, per la casa e i bambini (per esempio, i palloni realizzati senza lo sfruttamento dei minori);
-Prodotti che rientrano nel circuito del CEES non per il loro processo produttivo, ma perchè svolgono una funzione di informazione e sensibilizzazione sulle tematiche generali del Commercio equo. In questa categoria rientrano i prodotti editoriali e promozionali che vengono distribuiti dalle centrali durante le campagne di sensibilizzazione per il lancio di nuovi prodotti o a supporto delle vendite dei singoli beni.