Un nuovo capolavoro sconosciuto. Out 1: Noli me tangere (1971) di Jacques Rivette

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Gianluca Attoli Contatta »

Composta da 220 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 675 click dal 29/04/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo.

Anteprima della Tesi di Gianluca Attoli

Anteprima della tesi: Un nuovo capolavoro sconosciuto. Out 1: Noli me tangere (1971) di Jacques Rivette, Pagina 1
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione C'è un istante in Mozart in cui la musica sembra non nutrirsi più che di se stessa, dell'ossessione di un accordo puro, tutto il resto non è che avvicinamenti, approfondimenti successivi, e ritorni in quel luogo supremo in cui il tempo è abolito. (Jacques Rivette) L'avventura cinematografica di Jacques Rivette è un costante ritorno a quel «luogo supremo in cui il tempo è abolito», di cui ogni film è un'istantanea e un ricordo. Out 1: Noli me tangere (1971) – d'ora in poi Out 1 – è, in questo senso, l'opera che in assoluto ne restituisce il mistero e il fascino, che più di tutte è rimasta e continua a rimanere in quella dimensione, nella sua persistente e ostinata invisibilità. Out 1 è permeato da una densa aura di opera classica, in senso benjaminiano: è unico, mai distribuito, mostrato al pubblico poche volte, desiderato e inseguito dagli appassionati e dalla critica più curiosa, difficile da guardare per l'assenza sistematica di qualsiasi agevolazione verso lo spettatore, a partire dalla durata, oltre dodici ore: come il Graal, comporta fatica (e un po' di fortuna) nel raggiungerlo e responsabilità nel possederlo. La presa di coscienza di questa responsabilità, oltre ad un personale affetto per l'opera, è il motivo principale della nostra trattazione. Considerate la rarità del film, nonostante la fama mitica di cui gode, e la conseguente difficoltà di possederne una copia e avere dunque la possibilità di una visione approfondita e ripetuta (indispensabile per uno studio accurato), non stupisce che la letteratura in materia sia estremamente scarsa, e spesso, purtroppo, piuttosto superficiale. Non è mai stato pubblicato un studio 1