Generi letterari della scrittura mistica: il caso di Gemma Galgani

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Eleonora Trapella Contatta »

Composta da 48 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 396 click dal 26/08/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo.

Anteprima della Tesi di Eleonora Trapella

Anteprima della tesi: Generi letterari della scrittura mistica: il caso di Gemma Galgani, Pagina 1
Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione 1. Biografia di Gemma Galgani. La recente rinascita di un forte interesse per la mistica femminile d’epoca contemporanea, unita all’ondata dei gender studies, ha riportato all’attenzione degli studiosi la figura e gli scritti di Gemma Galgani, vissuta a Lucca negli ultimi decenni dell’Ottocento 1 . La fonte principale per la biografia di Gemma Galgani resta la sua Autobiografia, pubblicata postuma; il suo direttore spirituale, Germano Ruoppolo scrisse, in vista dell’apertura del processo di canonizzazione, una Biografia di Gemma Galgani vergine lucchese. La prima edizione di questo testo risale al 1907, quattro anni dopo la morte di Gemma; fu continuamente ristampata fino al 1948, otto anni dopo la conclusione del processo di canonizzazione della Santa. Oltre a questa biografia, padre Germano Ruoppolo cura una speciale edizione della biografia della Santa, con titolo Santa Gemma Galgani vergine lucchese 2 , nel 1939 in occasione della canonizzazione di Gemma. Molti teologi e biografi si sono impegnati a tracciare profili biografici della Santa. Il più autorevole sembra essere padre Enrico Zoffoli. Le notizie che seguono sono tratte dalla sua raccolta di saggi su Gemma, intitolata La povera Gemma. Saggi storico critici teologici 3 . 1 Si veda ad esempio il volume collettivo Women mystic writers, curato da D. Cervigni (n. monografico di Annali d’Italianistica, XVIII, 2000) in cui C. Mazzoni dedica un saggio alle Interpretazioni e autorappresentazioni di Gemma Galgani, mettendo in luce soprattutto la difficoltà della cultura ottocentesca, intrisa ormai di positivismo, nella comprensione dei fenomeni mistici e della figura della Galgani; esiste anche una recente pubblicazione, che non ho potuto consultare, R. M. Bell, C. Mazzoni, The voices of Gemma Galgani. The life and afterlife of a modern Saint, Chicago, University of Chicago Press, 2003. Se ne veda l’ampia recensione di C. Donatelli in Annali d’Italianistica XXII, 2004. 2 G. Ruoppolo, Santa Gemma Galgani, vergine lucchese, Isola dei Liri, Società tipografica Maioce e Pisani, 1939. 3 E.Zoffoli, La povera Gemma. Saggi storico critici teologici, Roma, Il Crocifisso, 1957.