Strategie organizzative di applicazione dei protocolli di triage attraverso un'indagine conoscitiva nei pronto soccorsi del Lazio. Ruolo dell’infermiere dirigente.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Cristian Vender Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4408 click dal 22/09/2009.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo.

Anteprima della Tesi di Cristian Vender

Anteprima della tesi: Strategie organizzative di applicazione dei protocolli di triage attraverso un'indagine conoscitiva nei pronto soccorsi del Lazio. Ruolo dell’infermiere dirigente., Pagina 1
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il sistema di emergenza sanitaria, oltre a rispondere alle urgenze ed emergenze di carattere individuale in cui abitualmente ci confrontiamo, è in grado di affrontare situazioni di maxiemergenza che possono interessare un numero elevato di cittadini o situazioni patologiche a carattere epidemico per cui la risposta del servizio sanitario nazionale deve essere comunque tempestiva e in grado di risolvere le criticità. Tutte queste situazioni possono essere affrontate con modalità organizzative e formative ben definite. A monte, la necessità di avere personale adeguatamente formato in strutture organizzate risulta essere la strategia vincente per far fronte a situazioni di afflusso di persone che richiedono la risoluzione di problematiche sanitarie alcune volte urgenti, altre volte differibili. Nell’organizzazione dei servizi di emergenza-urgenza, il triage è il primo step, diventato ormai indispensabile, nella valutazione delle problematiche sanitarie della persona che si reca all’interno di un servizio di pronto soccorso o richiede soccorso tramite il 118. La rapida evoluzione del significato dell’attività di triage ha portato a comprendere questo tipo di attività e la funzione dell’infermiere triagista. L’attività di triage è nata sui campi di guerra. In un manuale di pronto soccorso italiano del Dott. Carlo Caliano del 1889 si riportava una frase del chirurgo militare tedesco (Friedrich von Esmarch) che così recitava: “quanti che si sarebbero potuti salvare muoiono miseramente perché nessuno degli astanti ha saputo loro apprestare in tempo il soccorso opportuno”. Il barone Jean Dominique di Larrey, chirurgo capo dell’armata francese, ebbe l’intuizione di organizzare i soccorsi ai soldati feriti mediante l’ausilio di un servizio di trasporto che permise un trattamento rapido dei feriti sul campo di battaglia. Durante la prima guerra mondiale già veniva effettuata una cernita dei feriti con compilazione di una scheda di triage e con una codifica delle urgenze in base ai colori che oggi utilizziamo nei nostri pronto soccorsi. 8