Ambito operativo, evoluzione strategica e modello distributivo dei confidi

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Maria Miranda Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 360 click dal 25/02/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo.

Anteprima della Tesi di Maria Miranda

Anteprima della tesi: Ambito operativo, evoluzione strategica e modello distributivo dei confidi, Pagina 6
Mostra/Nascondi contenuto.
7 CAPITOLO I RUOLO DEI CONFIDI IN ITALIA 1.1 IL SISTEMA DEI CONFIDI NEL MERCATO DEL CREDITO IN ITALIA I consorzi di garanzia collettiva dei fidi (Confidi), hanno lo scopo di agevolare e rendere meno oneroso l’accesso al credito delle piccole e medie. Il loro fine è quello di massimizzare i benefici per le imprese che si associano, mirano a favorire un’attenta analisi del merito creditizio basata anche sulle prospettive reddituali delle imprese stesse. I confidi operano senza scopo di lucro secondo il principio della mutualità prevalente, hanno avuto sin dalla loro nascita un ruolo molto importante in quanto le piccole e medie imprese rappresentavano per le banche una clientela alquanto marginale, a causa delle dimensioni ridotte. La partecipazione ad un Confidi è di tipo volontario, molto spesso è spinta dal fatto di far parte delle associazioni di categoria, nella maggior parte dei casi i Confidi sono specializzati per categoria di appartenenza ad un determinato settore, facendo si che hanno una maggiore conoscenza del contesto economico, (esempio agricoltura, industria, artigianato etc) ed operano a livello provinciale. Ci sono numerosi vantaggi per i soci: hanno un servizio di orientamento e consulenza finanziaria; hanno una maggiore capacità contrattuale perché facenti parte