Autismo e vissuti familiari

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Cristina Caligiuri Contatta »

Composta da 98 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 22179 click dal 30/05/2006.

 

Consultata integralmente 48 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

PRIMO CAPITOLO: L’AUTISMO INFANTILE

1.1. Definizione di autismo
1.2. Basi neurobiologiche dell’autismo
1.3. Teorie sull’autismo
1.4. Compromissione delle aree funzionali
1.4.1. Comunicazione e linguaggio
1.5. Reciprocità sociale nell’autismo
1.6. Principali trattamenti

SECONDO CAPITOLO: AUTISMO E FAMIGLIA
2.1. Famiglia e disabilità
2.2. Attivazione delle risorse familiari
2.3. Comunicazione della diagnosi
2.4. Relazione con il figlio autistico e vissuto emotivo nei genitori
2.4.1. Rapporto di coppia in presenza di un figlio autistico
2.5. Formazione dei genitori: il parent training


TERZO CAPITOLO: LA RICERCA
3.1. Obiettivi della ricerca
3.2 Soggetti
3.3 Metodologia
3.4 Analisi dei dati
3.5 Risultati
3.6 Analisi delle categorie

Mostra/Nascondi contenuto.
III INTRODUZIONE L’autismo è una patologia molto studiata e che suscita molto interesse, ma nonostante ciò rimangono ancora indefinite le cause. Gli studi sull’autismo hanno avuto un’evoluzione negli anni; le prime teorie, per fortuna ormai abbondantemente superate, consideravano l’autismo come un disturbo ad origine psichica, una “chiusura al mondo” che annullava in modo assoluto le capacità di relazioni sociali e di comprensione delle persone colpite. Nel corso degli ultimi decenni le conoscenze sull’autismo sono decisamente cambiate; l’origine psichica è stata messa da parte e sono state formulate ipotesi di studio che pongono l’accento sulle cause organiche del disturbo. Il superamento di credenze riguardo all’incapacità da parte dei soggetti autistici di provare emozioni e sensazioni, ha contribuito al miglioramento del rapporto tra genitori e figli autistici. Mettendo da parte molti stereotipi, sono state anche acquisite conoscenze sulla vita emotiva ed intellettuale dei soggetti autistici, che ha spesso rivelato una ricchezza cognitiva ed affettiva inaspettata; è il caso, ad esempio, dei soggetti autistici definiti ad “alto funzionamento” (Venuti, 2003). L’autismo, forse più di altri disturbi o in maniera diversa, sembra avere un forte impatto emotivo sulla famiglia e soprattutto sulla madre che nella maggior parte dei casi è colei che dedica gran parte del suo tempo alla cura del figlio autistico. Tra madre e figlio, come verrà messo in evidenza anche dalla ricerca svolta in questo lavoro di tesi, si instaura un rapporto di forte vicinanza emotiva che porta con sé, sentimenti di diversa natura: da un lato, le madri esprimono sofferenza, solitudine e sensi di colpa che, seppur ingiustificati, sono spesso presenti nel loro vissuto; dall’altro, nelle interviste riportate nella ricerca, le madri esprimono un grande coraggio e una grande forza di volontà nel