La rilevanza della famiglia di fatto

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Agata Mico' Contatta »

Composta da 132 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5717 click dal 18/10/2007.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Questa tesi contiene un'analisi completa del fenomeno socio-giuridico "famiglia di fatto", affromtato sotto ogni aspetto ed, in particolare, nella prospettiva della rilevanza assunta attualmente in vari settori del diritto, e della ulterire rilevanza che anela a conquistarsi nell'ambito del nostro ordinamento, visto l'ampio consenso sociale ormai raggiunto.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO I CONVIVENZA E RILEVANZA DELLE UNIONI DI FATTO - 1. EVOLUZIONE DI TERMINI ED EVOLUZIONE DI VALORI: DAL CONCUBINATO ALLA FAMIGLIA DI FATTO. Per famiglia di fatto può intendersi la stabile convivenza conseguente alla "libera scelta di chi decide di condividere vita e interessi assieme ad un'altra persona, senza formalizzare la propria unione attraverso l'atto di matrimonio" 1 , ma con il sostanziale rispetto dei doveri matrimoniali. La locuzione "famiglia di fatto" fa riferimento ad un fenomeno sociale oggi sempre più diffuso ma, "antico quanto l'uomo" 2 , che si pone come alternativa al modello ufficiale di famiglia, fondata sul matrimonio, tutelata dalla Costituzione ma sostanzialmente in una fase di critico ridimensionamento, determinato da modificazioni culturali e di valori, frutto a loro volta dell'evoluzione delle strutture socio-economiche 3 . La formula (apparentemente) chiara e unitaria “famiglia di fatto” costituisce l'esito finale, quasi la sintesi verbale, di una lunga e complessa storia sociale ma pure giuridica, con almeno tre fasi fondamentali, connotate da considerazione diversa per il fenomeno, insita già nei diversi termini con cui è stato via via definito: la prima fase, 1 Sgroi, Il diritto di famiglia nei nuovi orientamenti giurisprudenziali (diretto da G. Cassano), in Trattati a cura di P. Cendon, Milano 2006, p.524-525. 2 Gazzoni, Manuale di diritto privato, Napoli, 2006, p.304. 3 D’Angeli, La tutela delle convivenze senza matrimonio, Torino 2001, p. 2 ss.