Effetti dei mass media. Televisione e bambini

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Rosalia Conti Contatta »

Composta da 80 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 24419 click dal 08/02/2008.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

I mass media hanno un'influenza di notevole importanza sulla nostra vita e sull'educazione dei bambini e dei ragazzi.
“Gli Effetti dei mass media: televisione e bambini” ha come obiettivo l’analisi della relazione che si crea tra il mezzo di comunicazione e i suoi utenti, esplorando come i contenuti televisivi condizionano la realtà quotidiana e la personalità dei suoi fruitori più piccoli.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il mio lavoro si incentra sul tema degli effetti dei mass media, in particolare quelli che la tv ha sui bambini. L’argomento è abbastanza complesso, in quanto gli effetti dei mass media difficilmente possono essere individuati con esattezza, al più si possono ipotizzare in base alle forme del comportamento dei destinatari, in risposta a determinati stimoli comunicativi. La scelta di questo argomento è dettata dal mio interesse verso tutto ciò che riguarda l’educazione e i mass media, ed in particolare le opportunità e i rischi connessi ai media. Nella prima parte della mia tesi mi sono occupata degli “effetti” che i media esercitano sul pubblico, ripercorrendo la storia delle più importanti teorie sviluppatesi negli Stati Uniti e in ambito europeo a partire dagli anni venti del Novecento, periodo in cui la stampa, il cinema e la radio cominciarono a divenire “ media di massa”. Nella seconda parte mi sono concentrata sulla “relazione” che intercorre tra la televisione e il bambino. Uso propriamente il termine “relazione” per sottolineare il rapporto quotidiano, “umano” che ormai la TV crea direttamente con i suoi fruitori e in particolare con i bambini. Si parla infatti di umanizzazione della televisione perché essa ha assunto diversi ruoli nella vita sociale: è il mezzo più usato per l’informazione, per l’intrattenimento, è senza nessun dubbio lo svago prescelto dai bambini e rappresenta spesso per alcuni di loro la realtà assoluta, incontestabile e inopinabile. 3