Studio cinematico della sospensione Telelever

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Benedetto Lorusso Contatta »

Composta da 48 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 475 click dal 01/06/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Il sistema della forcella anteriore della moto chiamato Telelever, utilizzato principalmente dalla BMW, è formato da forcelle che hanno il compito di ammortizzare (smorzare le oscillazioni) e di sterzare le ruote, la funzione di sospensione viene, invece, svolta da un braccio che è agganciato sia al telaio che agli steli inferiori della forcella.
Lo scopo, quindi, sarà quello di analizzare le variazioni di dati parametri geometrici, come l’avancorsa, in parità di condizioni tra i due diversi modelli e tracciare così grafici che mettano in relazione questi risultati tra loro.
L’analisi cinematica delle due sospensioni è stata condotta modellando sul cad Solidworks le due forcelle seguendo per quanto riguarda la sospensione telelever le dimensioni della motocicletta BMW R1150R e ricavando per analogia le caratteristiche geometriche della sospensione a forcella tradizionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
Studio cinematico della sospensione telelever Pagina | 7 Introduzione Un veicolo in moto è sottoposto, a causa delle irregolarità stradali, a sollecitazioni tanto maggiori quanto più elevati sono il suo peso e la velocità di avanzamento. Per limitare la trasmissione di tali irregolarità dalle ruote al telaio e alla carrozzeria, provocando effetti dannosi ai vari organi meccanici, alle cose trasportate e soprattutto molestie alle persone, è necessario pertanto introdurre un “filtro” fra strada e corpo vettura. Questo “filtro” è costituito dalla sospensione. Il presente elaborato ha come oggetto lo studio delle caratteristiche geometriche ed inerziali della sospensione anteriore Telelever e il confronto della sua risposta con una sospensione tradizionale avente le stesse caratteristiche di progetto. Per sospensione intendiamo quel complesso di organi meccanici interposti fra il telaio di un veicolo e la strada, consistente in: molla, ammortizzatore, cinematismi (bracci, mozzi, ecc.) e ruota (pneumatico e cerchio). Il complesso dei cinematismi permette contemporaneamente di realizzare un moto relativo fra la ruota che segue il profilo stradale ed il telaio. Il sistema della forcella anteriore della moto chiamato Telelever, utilizzato principalmente dalla BMW, è formato da forcelle che hanno il compito di ammortizzare (smorzare le oscillazioni) e di sterzare le ruote, la funzione di sospensione viene, invece, svolta da un braccio che è agganciato sia al telaio che agli steli inferiori della forcella. Lo scopo, quindi, sarà quello di analizzare le variazioni di dati parametri geometrici, come l’avancorsa, in parità di condizioni tra i due diversi modelli e tracciare così grafici che mettano in relazione questi risultati tra loro. L’analisi cinematica delle due sospensioni è stata condotta modellando sul cad Solidworks le due forcelle seguendo per quanto riguarda la sospensione telelever le dimensioni della motocicletta BMW R1150R e ricavando per analogia le caratteristiche geometriche della sospensione a forcella tradizionale. Va inoltre precisato che questo elaborato vuole semplicemente rappresentare un’analisi, condotta da un appassionato del mondo delle due ruote, in modo approfondito dal punto di vista pratico, delle caratteristiche geometriche e cinematiche delle due