Social Commerce: Il caso Blomming.com

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Sara Munaro Contatta »

Composta da 138 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7373 click dal 17/04/2013.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

In uno scenario di globale recessione economica, l’E-commerce, che figura sempre più non come un’opportunità o un’innovazione bensì una scelta inevitabile per rimanere competitivi e che in Italia fa registrare incrementi a due cifre, si presenta come un fenomeno in costante crescita e sempre più legato ai trend del “Social” e del “Mobile”. La rivoluzione digitale degli ultimi anni, con l’incessante sviluppo di Internet, del Web 2.0, delle nuove tecnologie e l’avvento dei social media, ha portato due realtà, quella sociale e quella tecnologica, ad incontrarsi, causando profondi ed interessanti mutamenti nel modo di relazionarsi tra persone. Social media, dispositivi mobili, nuovi strumenti ed applicazioni, sempre più accessibili, semplici e pervasivi, hanno sensibilmente trasformato le strategie di marketing e comunicazione, venendo sfruttati non solo come piattaforme di promozione e fidelizzazione ma anche come piattaforme di vendita.
In tale contesto si è voluto pertanto offrire, in primo luogo, una visione d’insieme sulla nascita, le caratteristiche e lo stato attuale dell’E-commerce in Italia. Successivamente si è voluto analizzare in maniera approfondita il Social Commerce, dando una prima definizione del fenomeno, mostrando le sue origini ed evoluzioni, i tratti che lo contraddistinguono, le varie dimensioni che ne fanno parte, i benefici che ne derivano e soffermandosi prioritariamente sugli approcci delle imprese al fenomeno dal punto di vista strategico. Infine, riconoscendo come l’approccio al Social Commerce appaia in definitiva una scelta consistente, che necessita di risorse, tempo, impegno, etc. si è analizzato il caso Blomming, prima realtà italiana, e tra le prime in Europa, dedicata al Social Commerce che appare quale esempio italiano vincente tra gli innumerevoli strumenti, piattaforme e funzionalità in continua evoluzione permettendo la crescente integrazione tra profili social, e-shop e sistemi di pagamento, e consentendo a chiunque ed in modo sempre più semplice di accedere ad un prodotto apparentemente rigido e strutturato come l’E-commerce che sta divenendo sempre più sociale, relazionale, condiviso e multicanale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione In uno scenario di globale recessione economica, l’E-commerce, che figura sempre più non come un’opportunità o un’innovazione bensì una scelta inevitabile per rimanere competitivi e che in Italia fa registrare incrementi a due cifre, si presenta come un fenomeno in costante crescita e sempre più legato ai trend del “Social” e del “Mobile”. La rivoluzione digitale degli ultimi anni, con l’incessante sviluppo di Internet, del Web 2.0, delle nuove tecnologie e l’avvento dei social media, ha portato due realtà, quella sociale e quella tecnologica, ad incontrarsi, causando profondi ed interessanti mutamenti nel modo di relazionarsi tra persone. Social media, dispositivi mobili, nuovi strumenti ed applicazioni, sempre più accessibili, semplici e pervasivi, hanno sensibilmente trasformato le strategie di marketing e comunicazione, venendo sfruttati non solo come piattaforme di promozione e fidelizzazione ma anche come piattaforme di vendita. Nell’era in cui i consumatori sono sempre più collaborativi, partecipativi e presenti online, e in cui Facebook, superando abbondantemente il miliardo di iscritti, figurerebbe tra uno dei paesi più popolati al mondo, anche l’E-commerce non poteva che divenire “social”. In tale contesto si è voluto pertanto offrire, in primo luogo (Cap.1), una visione d’insieme sulla nascita, le caratteristiche e lo stato attuale dell’E- commerce in Italia. Nel Capitolo 2 si è voluto analizzare in maniera approfondita il Social Commerce, dando una prima definizione del fenomeno, mostrando le sue origini ed evoluzioni, i tratti che lo contraddistinguono, le varie dimensioni che ne fanno parte, i benefici che ne derivano e soffermandosi prioritariamente sugli approcci delle imprese al fenomeno dal punto di vista strategico.