Tesi scelte dalla redazione relative a "unione monetaria europea".

Benefici e costi dell'Unione Monetaria Europea: l'esempio di Gran Bretagna, Danimarca e Svezia

L’Unione monetaria è un evento compiuto che ha coinvolto i paesi dell’Unione Europea; però Gran Bretagna, Danimarca e Svezia hanno deciso di non aderire a questa iniziativa. Per questo motivo, Gran Bretagna e Danimarca hanno negoziato delle clausole di opting out che consentono loro di non partecipare, mentre la Svezia non ha adeguato la legislazione della Banca Centrale Nazionale al Trattato sull’Unione Europea e non ha partecipato al meccanismo del tasso di cambio 2, necessario per l’adesione...

Vai alla pagina della tesi »
Gli effetti dell'Unione Monetaria Europea sugli squilibri regionali: il caso del Mezzogiorno

Il programma di completamento del mercato unico ha trovato il suo coronamento nell'attuazione del disegno di integrazione monetaria. Per approdare ad un siffatto risultato i paesi aderenti hanno rinunciato alla propria sovranità nazionale in materia monetaria, sottoponendosi ad una serie di restrizioni economiche e finanziarie. Gli sforzi compiuti da ciascuno stato per rientrare nei parametri di Maastricht si giustificano con la ferma convinzione delle autorità di governo nazionali che la creaz...

Autore: Mario Tommasino
Vai alla pagina della tesi »
Il commercio elettronico: i principali sistemi di pagamento elettronici e gli effetti dell' e-commerce sulla politica monetaria dell'Unione Europea

Il lavoro di tesi svolto ha per oggetto l’ analisi dello sviluppo del commercio elettronico soffermandosi con particolare attenzione sui principali strumenti di pagamento utilizzati nell’ambito di tale sistema, ed in fine, nelle implicazioni dello sviluppo della moneta elettronica nella politica monetaria della BCE. Lo svolgimento del lavoro prende avvio con la definizione fornita dalla Commissione Europea nel 1997 del “Commercio Elettronico”.Si passa poi, sempre nell’ambito del primo capitolo, ...

Autore: Nicola Di Nardo
Vai alla pagina della tesi »
Discrezionalità fiscale in una unione monetaria. Il caso dell'Unione Monetaria Europea

L’adozione di una valuta comune da parte di più stati sovrani comporta la necessità di accentrare le decisioni di politica monetaria in un’unica autorità sopranazionale, mentre le politiche fiscali possono continuare a essere gestite a livello nazionale (discrezionalità fiscale). I governi degli stati membri e la banca centrale sono i protagonisti di un gioco intertemporale in cui diventa fondamentale il costruirsi e mantenere una certa reputazione in merito al rispetto o meno delle regole fon...

Autore: Lidia Filippi
Vai alla pagina della tesi »
La tassazione dei redditi da capitale nell'unione monetaria europea
Claudia Montesi

Con questo lavoro ci si propone di evidenziare le ripercussioni in campo tributario che la realizzazione dell'Unione Monetaria Europea comporta. In particolare, vengono analizzati gli effetti che l'azzeramento dei rischi di cambio e l'inevitabile omologazione dei tassi di interesse producono sull'allocazione del risparmio privato fra i diversi paesi e fra i vari strumenti offerti dal mercato: in tale prospettiva si dimostrerà come, in assenza di vincoli alla circolazione dei capitali, la ''sovra...

Autore: Claudia Montesi
Vai alla pagina della tesi »
Unione monetaria europea e sistema federale

Nell'approntare un'analisi quanto più completa possibile non può trascurarsi l'importante ruolo assunto nel passato da sistemi monetari più o meno efficienti. La storia monetaria e finanziaria ha visto sin dal 1870 regimi che hanno tentato, poiché di tentativi si è trattato, di giungere ad una integrazione addirittura mondiale delle valute internazionali. Prima di tutto è necessario considerare il concetto che si adopererà nell'esprimere la necessità di un cambio fisso tra le monete, se non ad...

Autore: Mario Leone
Vai alla pagina della tesi »
L’organizzazione e il coordinamento della politica monetaria e fiscale nell’Unione Europea.

La tesi verte sul tema delle politiche monetarie e fiscali nell’Unione Europea. Si tratta di un argomento di scottante attualità in quanto proprio attraverso tali politiche i Paesi europei e l’Unione nel suo insieme affrontano le sfide del contrasto alla crisi economica, della lotta contro l’inflazione, del raggiungimento degli obiettivi di crescita dell’economia. Il tema è stato oggetto di ampia regolamentazione da parte dei Trattati e degli organi dell’Unione, e di vivi dibattiti in letterat...

Vai alla pagina della tesi »
Unione monetaria europea: freno o sviluppo agli squilibri regionali?

Nell'ambito del presente studio è interessante valutare in che modo l’Unione monetaria europea ha inciso e può ancora incidere sugli squilibri regionali, ossia attenuando o al contrario aggravando i problemi di arretratezza e sottosviluppo delle regioni e nazioni meno progredite e poi analizzare i costi e/o benefici per tale attuazione. Quaranta anni dopo la nascita della Comunità europea, a Maastricht, città simbolo olandese, i capi di Stato e di governo dei “Dodici” hanno raggiunto l’11 dicem...

Vai alla pagina della tesi »
Costi e benefici dell'entrata nell'Unione Monetaria Europea: Il caso della Slovenia

La nascita dell’euro ha senza dubbio rappresentato il fenomeno monetario più rilevante del ventesimo secolo, nonché il risultato di un lungo processo di cooperazione iniziato nell’Europa continentale dopo la II guerra mondiale. Questo processo ha portato notevoli cambiamenti di tipo sociale, economico e politico sia all’interno dell’Europa stessa che a livello mondiale. Il 1° gennaio 1999 è nata l’Unione Monetaria Europea (UEM) formata da undici paesi cui dal 2001 si è aggiunta la Grecia, nel 2...

Vai alla pagina della tesi »
L'Unione Monetaria Europea: scenari alternativi e prospettive future

Lo scopo del nostro lavoro è stato quello di valutare i diversi scenari futuri dell'Eurozona, cercando di evidenziare quale siano attuabili e quali, invece, irrealizzabili.

Vai alla pagina della tesi »
Uno studio empirico sui canali di diversificazione del rischio: il caso dei paesi dell'Unione Monetaria Europea

Il presente lavoro tenta di quantificare l’estensione del risk sharing tra i paesi europei, di identificare i canali attraverso i quali il rischio è condiviso nonché di individuare l’esatto ruolo di ciascun canale nello smoothing internazionale degli shock sull’output. L’analisi è svolta per i paesi appartenenti all’Unione Monetaria Europea poiché i meccanismi per ottenere l’assicurazione del reddito e lo smoothing del consumo sono essenziali per la stabilità di un’unione monetaria. Tale studio...

Autore: Angela Parenti
Vai alla pagina della tesi »
Approcci alternativi all'Unione Monetaria Europea - Relazioni possibili tra Paesi In e Paesi Oot
Daria De Musso

L’obiettivo dell’Unione Monetaria nel Trattato di Maastricht L’unione monetaria è la parte prevalente del Trattato di Maastricht. In questo Trattato ad essa ed ai percorsi virtuosi che ogni paese indipendentemente dagli altri deve seguire per conseguirla, è stata data un’enfasi eccessiva rispetto ad altri obiettivi che quanto meno dovrebbero accompagnare il processo di unificazione, quali il rafforzamento delle istituzioni comunitarie, il coordinamento delle politiche di bilancio, l’armonizzazi...

Autore: Daria De Musso
Vai alla pagina della tesi »
La politica monetaria nella Unione Europea
Riccardo Pansini

La moneta rappresenta il simbolo più evidente della sovranità di una nazione: metterla in comune con altri Paesi significa dare un segno visibile e molto forte della volontà di creare una comune sovranità, inizialmente monetaria e successivamente politica. L’Unione economica e monetaria, e più in generale il processo d’integrazione fra le diverse nazioni europee sono, ormai, al centro dell’attenzione generale. Numerosi sono i dibattiti, fra gli accademici e gli economisti, che consentono di comp...

Vai alla pagina della tesi »
Politica monetaria e disciplina fiscale nell'unione monetaria europea

L’unione economica e monetaria, e più in generale il processo d’integrazione fra le diverse nazioni europee sono, ormai, al centro dell’attenzione generale, e numerosi sono i dibattiti, quotidianamente alimentati da accademici ed economisti, che consentono di comprendere la complessità e la vastità di un tema che richiede di essere analizzato sotto aspetti e direzioni diverse. Per tali motivi sin dall’inizio del presente lavoro ho avuto la consapevolezza di trovarmi di fronte ad un compito inte...

Vai alla pagina della tesi »
L'evoluzione della finanza pubblica nell'unione monetaria europea

Questa tesi si propone di analizzare l'evoluzione della finanza pubblica dei paesi dell’Unione Monetaria Europea (UME) attraverso un approfondimento sullo sviluppo del rapporto Debito/PIL e del rapporto Deficit/PIL ed un confronto tra paesi che ne sottolinea le caratteristiche comuni. Tale analisi è stata svolta osservando le serie storiche dal 1995 al 2008. In particolare, il primo capitolo dell'elaborato sarà incentrato sul Patto di Stabilità e Crescita (PSC), sulle riforme attuate, sulle...

Vai alla pagina della tesi »
L'unione monetaria europea e il ruolo delle banche centrali

La tesi si presenta come una sorta di percorso verso l’Unione Monetaria Europea con particolare attenzione al ruolo della Banca Centrale Tedesca. Nel primo capitolo ci si sofferma a considerare un’Europa devastata dalla II Guerra Mondiale che accenna i primi passi verso un senso ordinato, sia nel campo economico, sia nel campo monetario, mediante i primi accordi con le altre potenze. Nonostante negli anni ci fossero state molte indecisioni tra preferire accordi di cambio fissi (Bretton Wood...

Vai alla pagina della tesi »
L'Unione Monetaria Europea e i sistemi di pagamento. Analisi giuridico-istituzionale.

L’Europa ha storicamente manifestato avversione per regimi di cambio fluttuanti. La continua ricerca delle condizioni di stabilità valutaria si può spiegare per tre ragioni fondamentali. Innanzitutto è importante ricordare il grado di apertura dell’economia europea. L’unione nel suo insieme è un’area relativamente chiusa almeno se paragonata ad altri paesi come Stati Uniti e Giappone. Tuttavia gli Stati europei sono tra loro piuttosto integrati tanto che più di metà del loro complessivo commerc...

Vai alla pagina della tesi »
La vigilanza sulle banche nei paesi dell'Unione Monetaria Europea

La creazione dell’Unione Monetaria Europea, avvenuta nel 1992 con l’entrata in vigore del trattato di Maastricht, ha comportato il trasferimento della politica monetaria dagli Stati membri alla Comunità, facendo emergere l’esigenza di coniugare l’accentramento della politica monetaria con l’attribuzione dei poteri di vigilanza bancaria, e configurando la consapevolezza che nel nuovo contesto dell’Unione Europea, con l’incremento della concorrenza tra gli intermediari, l’appannarsi dei confini t...

Autore: Laura Oliverio
Vai alla pagina della tesi »
Bilancia dei pagamenti italiana nell'ultimo decennio e effetti sulla stessa dell'unione monetaria e economica europea

Questa tesi analizza la bilancia dei pagamenti italiana nell'ultimo decennio e gli effetti sulla stessa dell'unione monetaria e economica europea.

Vai alla pagina della tesi »
L'evoluzione del sistema bancario dal Mercato Unico all'Unione Monetaria Europea con l'introduzione dell'euro in Italia
Gennaro Di Domenico

Il primo capitolo è strutturato in due parti, la prima parte affronta il tema dei servizi bancari nel mercato unico partendo da un’analisi generale del contesto in cui il Sistema bancario si trovava ad operare e si descrive il funzionamento e gli obiettivi del Mercato Unico. Nel capitolo successivamente si introduce il Mercato Unico dei servizi finanziari e del credito per poi addentrarsi più specificatamente nel settore dei servizi bancari; partendo dal Trattato di Roma per quanto concerne le q...

Vai alla pagina della tesi »
L'Unione monetaria europea è un'area valutaria ottimale?

La tesi tratta lo sviluppo della teoria delle aree valutarie ottimali dal 1961 ai giorni nostri che hanno fornito i criteri indispensabili per valutare l'ottimalità di un'area valutaria. In particolare abbiamo trovato che i parametri che sono stati analizzati dai vari economisti sono: l'integrazione economica e commerciale tra i paesi aderenti ad un'area monetaria; la frequenza di shock economici asimmetrici; la flessibilità del mercato del lavoro; l'integrazione del mercato finanziario e un sis...

Vai alla pagina della tesi »

Stai cercando una Tesi di laurea?

Tesionline da 10 anni pubblica le tesi dei migliori laureati italiani e ogni giorno sul nostro sito potrai trovare circa 40 nuove tesi pubblicate nelle più diverse discipline.

Prima di iniziare la ricerca ti consigliamo di registrarti per:

  1. contattare gli autori delle tesi che ti interessano per chiedere consigli e informazioni;
  2. scaricare gratuitamente le prime 10-15 pagine delle tesi che ti interessano;
  3. consultare liberamente gli indici di tutte le tesi pubblicate;
  4. scegliere degli argomenti ed essere avvertito non appena viene pubblicata una nuova tesi riferita agli stessi.

Non riesci a trovare quello che cercavi?

Registrati al sito e:

  1. Cerca altre tesi correlate a "unione monetaria europea"
  2. Scrivi alla redazione per ricevere aiuto (solo gli utenti registrati possono usufruire gratuitamente del servizio)