L'occasione nella lesione nella medicina legale:

Questa pagina è tratta da: Medicina legale (riassunto) di Stefano Civitelli.

[« Torna all'indice di questo riassunto]

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Scarica questo riassunto Consultabile gratuitamente in formato PDF

Navigazione rapida:
Altri appunti correlati:

L'occasione nella lesione nella medicina legale


Si ricorre in genere al noto esempio della aneurisma dell’aorta addominale che si rompe a seguito di un banale trauma contusivo addominale.
Quale è in questi casi, ci si chiede, il valore causale effettivo da assegnare al trauma?
Si deve distinguere l’occasione, intesa come una varietà o l’ultimo degli antecedenti causali, riconoscendole una sia pur minima efficienza causale, dal cosiddetto momento sciogliente o rivelatore, privo assolutamente di una qualsivoglia efficienza causale: si afferma giustamente che ciò che rileva non causa.
L’occasione, come varietà di antecedente causale, intesa come momento sciogliente o liberatore deve essere distinta nettamente dal momento sciogliente o rivelatore (quest’ultimo privo di una qualsivoglia efficienza causale).
L’occasione è caratterizzata dall’essere l’ultimo degli antecedenti causali, dalla sua teorica sostituibilità e quindi dalla sua genericità, dall’essere sprovvista di capacità lesiva rispetto all’uomo sano e normale, dalla sua equiparabilità quantitativa agli atti ordinari fisiologici e della vita vegetativa nonché dall’esiguità del fatto lesivo rispetto alla gravità dell’evento dannoso.
di Stefano Civitelli