Le fonti mediche nella storiografia dell'educazione:

Questa pagina è tratta da: Storia della pedagogia (riassunto) di Gherardo Fabretti.

[« Torna all'indice di questo riassunto]

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Scarica questo riassunto Consultabile gratuitamente in formato PDF

Navigazione rapida:
Altri appunti correlati:

Le fonti mediche nella storiografia dell'educazione



La letteratura medica è una particolare ma importante fonte di approfondimento dei temi della storiografia dell'educazione. Il ricercatore, infatti, si serve di queste fonti per compiere un percorso di ricostruzione ed interpretazione sub specie paedagogiae. Le dimensioni paradigmatiche che emergono dalla letteratura medica sono le seguenti:
- Valorizzazione della salute.
- Valorizzazione del corpo.
- Valorizzazione dell'igiene e della pulizia dell'ambiente.
Questi elementi emergono in maniera pregnante e sistematica solo dalla fonte medica che ne fa oggetto di studio intenzionale, sorretto dalle competenze e dalla professionalità maturate dal medico stesso nel proprio ambito epistemologico. Le tre dimensioni individuate trovano il loro punto di intersezione nell'educabilità del corpo, e nella messa a punto di un modello paradigmatico di corpo che diviene premessa indispensabile per l'esistenza e l'avvio del processo educativo. L'attenzione dei medici è rivolta a sottolineare il valore della vita ed il perseguimento dell'ideale educativo in questa vita terrena, permettendo percorsi di miglioramento individuale e collettivo senza soluzione di continuità.
La letteratura medica pone la propria attenzione sul corpo, indicandolo come espressione prima e piena dell'esistenza dell'uomo e del suo agire con gli altri, come emzzo e luogo imprescindibile di comunicazione, base principale della costruzione dei rapporti con l'altro da sé. Il corpo, su tali premesse, è assunto come base del processo educativo e struttura portante dell'educazione, che non può fare a meno per realizzarsi dell'esistere del corpo stesso e della presa di consapevolezza delle sue caratteristiche, dei suoi bisogni, e dei suoi particolari percorsi di sviluppo.

di Gherardo Fabretti