Le fasi di sviluppo del bambino e la socializzazione al consumo: teoria di Piaget:

Questa pagina è tratta da: Manuale di Psicologia dei Consumi (riassunto) di Priscilla Cavalieri.

[« Torna all'indice di questo riassunto]

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Scarica questo riassunto Consultabile gratuitamente in formato PDF

Navigazione rapida:
Altri appunti correlati:

Le fasi di sviluppo del bambino e la socializzazione al consumo: teoria di Piaget


Per comprendere il processo di sviluppo cognitivo del bambino in relazione al mondo dei consumi è possibile riferirsi a una delle più note teorie sullo sviluppo infantile.
La teoria di Piaget individua 4 fasi evolutive dell’attività cognitiva del bambino:
1. fase sensomotoria: fino a 2 anni. Il bambino utilizza approccio multi sensoriale e le sue abilità motorie per comprendere ciò che lo circonda. È aperto e sensibile a stimoli.
2. fase preoperazionale: da 2 a 7 anni. Il bambino inizia a farsi un’idea del mondo, creando immaginario delle copie degli oggetti di cui fa esperienza. L’attività cognitiva inizia a prendere forma. L’esperienza sensoriale ha un ruolo fondamentale nell’immaginario del bimbo. Si sviluppano attività lnguistich e capacità di pensare in modo più organizzato. Il pensiero è di tipo intuitivo, ma già si comincia a costruire rappresentazioni mentali degli oggetti.
3. fase operazionale-concreta: da 7 a 12 anni. L’attività diviene più complessa, compare distinzione tra percezione sensoriale e altre forme di pensiero. Sviluppa processi di ragionamento flessibili, abilità cognitive e strutture logiche che gli consentono di compiere operazioni mentali per ottenere informazioni. È in grado di essere attento a più messaggi e stimoli contemporaneamente.
4. fase operazionale-formle: da 12 anni in poi. Si raggiunge completo sviluppo delle abilità cognitive. Si sviluppa pensiero astratto e ragionamento articolato e organizzato. Le operazioni mentali non sono più legate solo alla realtà circostante e agli oggetti, ma anche ad affermazioni verbali o concetti logici.
Per studiare il rapporto tra infanzia, comunicazione e consumo e quindi atudiare atteggiamenti, valori e competenze ancora in via di strutturazione, si può usare la Consumer Socialization = sistema di ricerche appartenente alla matrice del consumer behaviour che indaga il processo mediante il quale bambini e adolescenti apprendono il loro ruolo di consumatori.
Ward definisce socializzazione ai consumi come un processo attraverso il quale i giovani acquisiscono competenze, conoscenze e atteggiamenti rilevanti per il loro futuro ruolo di consumatori nel mercato.
di Priscilla Cavalieri