Definizione di redditi di capitale:

Questa pagina è tratta da: Concetti sul diritto tributario e sull'IVA (riassunto) di Stefano Civitelli.

[« Torna all'indice di questo riassunto]

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Scarica questo riassunto Consultabile gratuitamente in formato PDF

Navigazione rapida:
Altri appunti correlati:

Definizione di redditi di capitale


Quella dei redditi di capitale è una categoria che il legislatore non delimita con una definizione generale, ma con una elencazione.
Si può assumere, come definizione generale, la formula di chiusura concernente “gli interessi e gli altri proventi aventi per oggetto l’impiego del capitale”.
La categoria in esame è dunque definibile, in generale, come quella dei redditi:
a. che derivano da rapporti aventi per oggetto l’impiego di capitale;
b. che sono certi nell’an, anche se non nel quantum.
Le fattispecie elencate sono numerose, ma i principali redditi di capitale sono gli interessi e i dividendi.
Non appartengono alla categoria dei redditi di capitale:
a. le plusvalenze realizzate con la cessione di azioni, obbligazioni o altri titoli, che sono “redditi diversi”;
b. i redditi di capitale conseguiti nell’esercizio dell’impresa, che fanno parte dei redditi di impresa.
di Stefano Civitelli