Il posto di lavoro fra 15 anni

15 dicembre 2016

Il posto di lavoro fra 15 anni Negli ultimi vent'anni abbiamo assistito ad un cambiamento epocale nel modo di concepire il posto di lavoro.
La generazione degli anni '70 ha vissuto tutto un altro approccio: il posto fisso, la carriera nella stessa azienda...

Ma, nel bene o nel male, l'ambiente nel quale lavoriamo è frutto di un processo che si trasforma con il tempo, influenzato da numerosi fattori: i clienti, le tecnologie, il ciclo di vendita dei prodotti.
E se prima ci volevano decenni perché il cambiamento fosse evidente, oggi i mutamenti rapidi sono all'ordine del giorno.

Ma cosa ci riserva il futuro?
I membri del Forbes Coaches Council hanno provato a fare delle previsioni per i prossimi 15 anni.
Secondo questi business coach le aziende avranno una struttura sempre più orizzontale con alti livelli di engagement dei clienti e dipendenti.
Ci sarà un’ulteriore sviluppo nella logica glocale delle aziende, per cui si valuteranno più le relazioni inter-personali che il prezzo, scegliendo luoghi di vicinanza.
Lavoreremo meno e saremo più efficienti, garantendoci del tempo personale di qualità.

Si teorizza una definitiva scomparsa del lavoro full-time come lo abbiamo sempre concepito, in favore di un mix di consulenze, contratti e piccole imprenditorialità: da qui la necessità di investire nella propria carriera conoscendo a fondo i propri valori e promuovendoli.

E con l’avanzare di intelligenze artificiali e realtà virtuali, quale sarà il nostro contributo?
Dovremo trarre il massimo dalle nostre capacità umane: l’abilità di creare, immaginare e trasformare dati e tecnologie in servizi.