Skip to content

Gli effetti della dichiarazione dei redditi


La dichiarazione è un atto che assume un particolare rilievo nel procedimento amministrativo di determinazione dell’imposta. Infatti si dice che ha “rilevanza procedimentale”.
Essa è sottoposta al controllo dell’amministrazione finanziaria e condiziona il controllo sostanziale determinando i metodi di rettifica del reddito dichiarato, il tipo di avviso di accertamento…L’Ufficio è legittimato a rettificare in modo analitico o sintetico in relazione alla completezza della dichiarazione e, in caso di omissione o nullità di questa, l’amministrazione procederà ad un accertamento d’ufficio notificandone l’avviso.
Nel quadro della dichiarazione, va considerato anche il suo rilievo probatorio. La dichiarazione non fa piena prova contro il contribuente dei fatti dichiarati ma esonera l’ufficio dal motivare e provare i fatti in essa esposti. Invece, tutto ciò che non emerge dalla dichiarazione deve essere motivato e provato dall’amministrazione.
La dichiarazione è titolo per la riscossione delle somme in essa indicate come somme da versare. Infatti il dichiarante non solo deve calcolare la somma da versare, ma anche versarla. Se ciò non avviene, l’amministrazione può porre in riscossione le somme dovute in base ai dati dichiarati.
Allo stesso modo, se il contribuente risulta creditore, la dichiarazione è titolo che obbliga l’amministrazione a provvedere al rimborso.
Tratto da DIRITTO TRIBUTARIO di Alessandro Remigio
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.