Skip to content

L’individuazione dei beni immobili da costruire


Quanto all’oggetto, è noto che ogni bene giuridico è la sintesi fra res e interesse tutelato.
Vediamole entrambe da vicino partendo dal bene:
- immobile da costruire è quello per il quale è stato richiesto il permesso di costruire e che sia ancora da edificare o la cui costruzione non risulti ultimata, essendo in stato tale da non consentire ancora il rilascio del certificato di agibilità;
- quanto alle ristrutturazioni, è noto che l’ipotesi era esclusa nei lavori preparatori, ma una lettura attenta della norma induce ad una conclusione diversa per i seguenti motivi:
- la ristrutturazione individua un nuovo bene costituito dal fabbricato e dall’interesse dell’acquirente che ha assunto obbligazioni;
- vi è dire sostanziale identità fra nuova costruzione al rustico e fabbricato da ristrutturare
Sicché la tutela non potrà essere negata; occorre solo che l’immobile sia diverso da quello originario e lo sarà quando l’intervento richiede un nuovo certificato di agibilità;
per quanto riguarda la destinazione e il corrispettivo, si può osservare che la destinazione è irrilevante tranne che per il diritto di prelazione ed i limiti all’azione revocatoria, i quali esigono la destinazione abitativa e la qualità di abitazione personale; quanto al corrispettivo, fino a quando non sono corrisposti acconti, non è dovuta la fideiussione mentre saranno sempre operative l’assicurazione, il contenuto minimo del contratto, il frazionamento del mutuo, la prelazione.
Tratto da DISCIPLINA GIURIDICA DEI CONTRATTI di Stefano Civitelli
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.