Skip to content

Attualizzazione dei flussi di cassa disponibili (o “free cash flow”)


Flusso di cassa disponibile: Reddito netto ± Costi (ricavi) senza esborso – Investimenti netti in capitale fisso e circolante.
Esso rappresenta, se positivo, quanto può essere prelevato sottoforma di dividendo senza intaccare le esiegnze di tutela della redditività futura; se negativo, rappresenta invece di quanto l’investitore a titolo di rischio si deve privare per far fronte alle richieste della gestione.
Il flusso di capitale disponibile sembra sembra meglio cogliere le alterne dinamiche del capitale nei singoli periodi futuri: assume segno negativo quando gli investimenti superano le risorse generate interanmente, evidenziando anche le risorse montarie di cui l’investitore si deve privare, non solo quelle di cui entra in possesso. Dunque il free cash flow appare un punto di riferimento più generalizzabile e quindi preferibile rispetto alla stima diretta dei dividendi futuri.

Tratto da FINANZA D'IMPRESA di Alessia Chiovaro
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Finanza d'azienda

Appunti utili per l'esame di Finanza aziendale - dicembre 2011. I temi trattati sono: investimenti, Indici di bilancio, finanziamento a m/l termine, Riclassificazioni di bilancio, pianificazione finanziaria