Skip to content

La struttura dei tassi di interesse a termine


Le imprese orientano la costruzione della struttura finanziaria anche in funzione delle aspettative della struttura dei tassi di interesse a termine.
Se l’aspettativa è di un incremento dei tassi di interesse è conveniente ricorrere alla leva finanziaria e in particolare a forme di approvvigionamento:
A m/l termine e quindi con elevata durata media (duration), che è una misura diretta della sensibilità e quindi della volatilità dei valori capitali delle poste finanziarie alle variazioni nei tassi di interesse. (è più economicamente conveniente scegliere la duration più lunga in quanto maggiore è l’effetto riduttivo del valore corrente del debito finanziario e il corrispondente beneficio economico per gli azionisti.
Con la prevalenza di tassi fissi piuttosto che tassi variabili perché si riduce il valore corrente del debito (che corrisponde a un vantaggio economico per la proprietà dell’impresa)
Formula per determinare attraverso la duration la variazione del valore economico del prezzo (posta finanziaria) al variare dei tassi di interesse espressi dai mercati finanziari:
∆ prezzo/prezzo = (-duration ⋅ ∆ tasso di interesse)/(1 + tasso di interesse)
Valore economico = Valore nominale - ∆ prezzo;    Beneficio economico = valore nominale – valore economico
Con 2 debiti il beneficio economico differenziale = beneficio ec.D1 – beneficio economico D2

Tratto da FINANZA D'IMPRESA di Alessia Chiovaro
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Finanza d'azienda

Appunti utili per l'esame di Finanza aziendale - dicembre 2011. I temi trattati sono: investimenti, Indici di bilancio, finanziamento a m/l termine, Riclassificazioni di bilancio, pianificazione finanziaria