Skip to content

I sistemi reticolari del distretto Etneo

I sistemi reticolari del distretto Etneo 


LA RITESSITURA NELLA TRAMA LOCALE E SOVRALOCALE. Sembra necessario proporre delle forme di ricomposizione territoriale sia in chiave intrasistemica sia in chiave intersistemica. Nel primo caso l'obiettivo è quello di individuare delle logiche di rete in grado di sottrarre le aree marginali alle storiche difficoltà di accesso, inserendole in circuiti di offerta turistica di più ampio respiro, al fine di perseguire importanti risultati in termini di integrazione territoriale e riequilibrio dell'offerta locale turistica.
Nel secondo caso si configurano degli assetti reticolari in grado di coinvolgere più distretti turistici siciliani al fine di proiettarsi a scala globale secondo relazioni non gerarchiche ma partecipative e negoziali ispirate al principio della sussidiarietà. La ritessitura della trama locale e sovralocale deve partire da alcuni passaggi fondamentali quali:
- Identificazione di luoghi che grazie al loro patrimonio storico – culturale e ambientale si presentano come più adatti alla realizzazione di iniziative turistiche.
- Identificazione di elementi e valori comuni che evochino una chiara identità del territorio, ad es. il Barocco.
- Individuazione di altri beni materiali e immateriali e delle attività locali che abbiano valore semiotico e contribuiscano alla costruzione dell'identità dei luoghi.
- Diversificazione dell'offerta turistica per offrire una total leisure experience.
Tra gli itinerari turistico – culturali che rafforzano la coesione interna e scaturiscono dalla progettualità locale ricordiamo:
- Strada del vino dell'Etna. È imperniata sul porto di Riposto. 
- Progetto Terre dell'Etna. Finanziato dalla Regione mira a dare un contributo alla costruzione
di un turismo ecosostenibile creando quattro itinerari turistici (del ficodindia e del pistacchio, delle fragole, del vino e delle castagne, del miele e dei funghi) che creano un connubio tra enogastronomia naturalistica e culturale.
- Vie dei Castelli. 
- Itinerario delle grotte di scorrimento lavico. 
- Distretto della lava. Creato all'interno del progetto LODIS, partecipano anche Chester (UK), Valima (Portogallo), Visby (Svezia), Limerick (Irlanda) e Salerno, ognuna con la sua caratteristica territoriale. Quella etnea è la lava. 
- Progetto Le città del vulcano. Valorizza i territori e i comuni delle aree vulcaniche d'Italia.
Tratto da GEOGRAFIA di Gherardo Fabretti
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.