Skip to content

Gli interventi ex ante sulle variabili rilevanti


L’insieme delle azioni volte a modificare tendenza e variabilità dei flussi di cassa in entrata e in uscita si riferisce prioritariamente alle politiche di impiego e raccolta e alle scelte di gestione, rispettivamente, della composizione della clientela finanziata e di quella depositante.
La politica di impiego persegue in generale l’obiettivo di mantenere un tasso di sviluppo dell’attivo compatibile (e quindi "sostenibile") con le risorse finanziarie rese disponibili dalla raccolta, in condizioni di programmata economicità (rendimento dell’attivo), al netto delle perdite da eventuali insolvenze di debitori.
La politica di raccolta persegue l’obiettivo di mantenere un certo tasso di crescita del passivo, possibilmente al netto degli interessi passivi accreditati, in modo da generare un flusso netto di entrate, in condizioni di programmata economicità (costo della raccolta)
Le azioni poste in essere per governare questo delicato equilibrio finanziario nel tempo sono:
- la segmentazione-diversificazione della clientela,
- gli incentivi mirati a favorire il mantenimento delle passività in essere e l’accensione di nuove passività anche in sostituzione di quelle estinte
- gli incentivi mirati a favorire uno sviluppo sostenibile degli impieghi (in relazione alla raccolta)
- l’aumento dell’integrazione tra le strutture dell’attivo e del passivo e i flussi monetari del territorio economico in cui la banca prevalentemente intermedia.
La segmentazione-diversificazione della clientela consente di focalizzare le politiche di raccolta alla scelta dei segmenti di clientela i cui comportamenti finanziari siano temporalmente correlati in modo da garantire una maggiore stabilità della raccolta e dell’impiego.
Esemplificando, in un territorio economico finanziario chiuso (saldo finanziario chiuso verso l’esterno) e servito da un solo intermediario bancario, se questo riesce a divenire esecutore di tutti i pagamenti (per conto di chi li effettua) e recipiente degli stessi pagamenti (per conto dei destinatari), il circuito dei pagamenti risulta totalmente integrato nell’intermediazione bancaria e vi è una totale sostituzione della moneta scritturale (bancaria) rispetto a quella legale.
In questo modo, la banca riesce a escludere qualsiasi eventualità di variazione monetaria negativa, poiché ogni prelevamento da qualsiasi conto trova contropartita nel versamento su un altro conto.
Questo passaggio serve per mettere a fuoco 2 concetti fondamentali:
- la banca è prioritariamente interessata a realizzare la massima integrazione possibile dei circuiti monetari dell’economia "dentro" le proprie attività/passività e, quindi, ha anche interesse a perseguire un obiettivo di massimizzazione della quota di mercato nel proprio territorio di scambio
- la banca deve porre in atto ogni incentivo idoneo ad aumentare la propensione del pubblico a detenere passività emesse dalla banca stessa (depositi) in alternativa alla moneta legale.
Il fine ultimo di queste azioni consiste nel massimizzare, da un lato a detenere e utilizzare passività bancarie e dall’altro nel minimizzare la propensione a tenere/utilizzare moneta legale.
Tale obiettivo trova espressione nel moltiplicatore dei depositi e dei crediti, che conferma l’interesse della banca a proteggere/massimizzare la propria riserva di cassa favorendo l’aumento della propensione del pubblico a tenere moneta scritturale in sostituzione della moneta legale, in modo da far diminuire il rischio di liquidità e il conseguente bisogno di mantenere riserve non fruttifere.
Ovviamente, in una situazione di mercato competitivo, l’attività di intermediazione creditizia viene esercitata da una pluralità di banche, le quali si trovano in competizione per il collocamento delle rispettive passività e per la corrispondente acquisizione di riserve o base monetaria.
Tratto da IL SISTEMA FINANZIARIO di Alessia Chiovaro
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.