Skip to content

Caratteristiche delle reti a commutazione di pacchetti

Una determinata comunicazione viene suddivisa all’origine in piccole componenti: PACCHETTI o VAGONCINI di un treno, che nel suo complesso rappresenta l’intera comunicazione.
La particolarità è che questo treno non percorre la rete in sequenza e soprattutto con un vagone dietro l’altro, ma ciascuno di questi vagoni percorre vie diverse per raggiungere la stessa macchina destinataria. I vagoni quindi percorrono tratti di rete diversi in base alla disponibilità.
In Internet questi pacchetti viaggiano contemporaneamente, però su lunghi percorsi diversi e possono impiegare tempi diversi.
I vari pacchetti arrivano al destinatario in modo disordinato. Quindi a livello della macchina destinataria deve avvenire una ricomposizione del messaggio originario, in modo che il messaggio sia comprensibile all’utente destinatario.
Gli indirizzi IP assegnati alle varie macchine connesse alla rete sono strutturati da una sequenza di 4 numeri distinti da un punto. In questo modo si può identificare in modo univoco le macchine connesse alla rete, in modo da poter ricordare dove è diretto quel pacchetto.
PROBLEMI:
Il primo problema è legato alla possibilità di poter conoscere l’indirizzo numerico del PC al quale si deve inviare una comunicazione. È difficile ricordare per gli utenti tutti i codici di ciascun PC al quale bisogna inviare la comunicazione.
Per questo si è pensato di abbinare a ciascun indirizzo numerico IP un nome identificativo della macchina. Questo modo può essere composto in vari modi e normalmente richiama i contenuti che si possono trovare su quella macchina connessa alla rete.
Un altro problema è dato dal server. Uno stesso server connesso alla rete può consentire di accedere a più servizi erogati da Internet. Quindi ad un unico indirizzo IP possono corrispondere più servizi erogati tramite la rete Internet.
Per cui è necessario specificare oltre all’indirizzo IP, anche il NUMERO DELLA PORTA LOGICA di accesso alla stessa macchina. In questo modo è possibile identificare la macchina destinataria e il servizio al quale si vuole accedere su quella macchina.
INDIRIZZO IP + NUMERO DELLA PORTA LOGICA = SOCKET
Tratto da INFORMATICA GENERALE di Valentina Minerva
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.