Skip to content

Come si distribuisce il reddito nazionale tra i fattori di produzione

Il prodotto aggregato dell’economia è uguale al reddito aggregato. Poiché i fattori di produzione e la funzione di produzione, insieme determinano il prodotto totale di beni e servizi, determinano anche il reddito nazionale.

I prezzi dei fattori
La distribuzione del reddito nazionale è determinata dai prezzi dei fattori, che rappresentano l’ammontare pagato per i fattori di produzione: il salario corrisposto al lavoratore e la rendita del proprietario del capitale. Il prezzo che ciascun fattore riceve per i propri servizi è, a sua volta determinato dall’offerta e dalla domanda per quel fattore.
Ipotizzano che i fattori di produzione dell’economia siano fissi, la curva di offerta di ciascun fattore è verticale. L’intersezione tra la curva di domanda del fattore, con pendenza negativa, e la curva di offerta del fattore verticale, determina il prezzo di equilibrio del fattore.



Le decisioni dell’impresa concorrenziale.
L’ipotesi più semplici da fare, riguardo all’impresa media, è che sia concorrenziale. Un’impresa concorrenziale è piccola rispetto ai mercati in cui opera, al punto che le sue singole decisioni non sono in grado di influenzare i prezzi di mercato (price takers).
L’obiettivo dell’impresa è massimizzare il profitto (ricavi meno costi)
Profitto = Ricavo (PY) – costo del lavoro (WL) – costo del capitale (RK)
Per vedere come il profitto dipende dai fattori di produzione, utilizziamo la funzione di produzione Y = F (K, L) per sostituire Y ottenendo:
Profitto = PF (K, L) – WL – RK   
Tratto da MACROECONOMIA di Alessia Chiovaro
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.