Skip to content

La funzione della domanda di moneta e l’equazione quantitativa


Saldi monetari reali: quantità di moneta in termini di quantità di beni e servizi M/P. Essi misurano il potere di acquisto dello stock di moneta.
Una funzione della domanda di moneta è un’equazione che illustra come si determina la quantità di saldi monetari reali che gli individui desiderano detenere. Una funzione semplice è: M/P d = kY
k è una costante che indica la quantità di moneta che gli individui desiderano detenere per ogni unità di reddito.
La funzione della domanda di moneta ci permette di considerare l’equazione quantitativa da un altro punto di vista. Per farlo dobbiamo considerare che: M/P = kY -> M(1/k) = PY -> MV = PY dove V = 1/k.
Ciò dimostra il collegamento tra domanda di moneta e velocità di circolazione della moneta. Quando k è elevata, la moneta cambia di mano raramente e viceversa quando è bassa.
Se V è costante (ipotesi limitativa della realtà), l’equazione quantitativa si trasforma nella c.d. teoria quantitativa della moneta, cioè può essere considerata come una teoria per la determinazione del PIL nominale:
MV = PY  -> Una variazione della quantità di moneta M deve provocare una variazione proporzionale del PIL (PY)
Tratto da MACROECONOMIA di Alessia Chiovaro
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

  • Autore: Alessia Chiovaro
  • Università: Università degli Studi di Palermo
  • Facoltà: Economia
  • Esame: Macroeconomia
  • Titolo del libro: Macroeconomia
  • Autore del libro: Gregory Mankiw
  • Editore: Zanichelli
  • Anno pubblicazione: 2007

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.