Skip to content

I tour operator come canali intermediari di distribuzione


I tour operator assemblano pacchetto di viaggio perlopiù destinati al mercato leisure, ovvero dei viaggi per vacanze; tali pacchetti comprendono il trasporto, l’alloggio, il vitto, le attività ricreative e il trasporto in loco. Allo scopo di realizzare un pacchetto turistico, il tour operator stipula contratti con le compagnie aeree e con gli hotel per un determinato numero di posti e di stanze, ottenendo un certo ammontare di sconti. I pacchetti di viaggio vengono venduti attraverso le A.d.v. che sono remunerate attraverso una commissione. Il raggiungimento del break even point richiede la vendita di almeno l’85% dei pacchetti disponibili. In Italia esiste l’ASTOI nata dalla fusione di ASSOTOUR e ATOI, due associazioni di categorie del tour operating italiano. La nuova associazione prosegue le attività, l’impegno e gli obiettivi per lo sviluppo del turismo italiano incoming e outgoing. L’associazione raggruppa oltre 60 tra i principali Tour Operator italiani. Gli scopi istituzionali di ASTOI sono: offrire ai consumatori concrete garanzie di poter contare su un gruppo di aziende affidabili; dare una corretta informazione sulle loro responsabilità e sulle modalità di assicurazione; favorire i rapporti di collaborazione con le A.d.v. intermediarie e con i fornitori dei servizi primari. Anche le compagnie aeree possono operare come tour operator, quasi tutte le principali compagnie aeree promuovono pacchetti vacanza attraverso brochure e i propri siti web.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.