Skip to content

Semiotica della pubblicità:

Rielaborazione di appunti sul Manuale di Semiotica della pubblicità, prof.ssa Patrizia Magli, Corso di laurea in Relazioni Pubbliche e Pubblicità. Analisi dei diversi percorsi metodologici; definizione di semantica semio-narrativa (personaggi, oggetti, situazioni come luoghi di investimento semantico).

Indice dei contenuti:

1. Semiotica del testo, soglie e frontiere 2. Significante e significato 3. Piani del linguaggio e prova di commutazione 4. Doppia articolazione o biplanarità 5. Sistemi monoplanari, conformi o simbolici 6. Sistema Semisimbolico 7. Dal lessema al testo: la svolta testuale 8. Il nome, il titolo, il tema 9. Una prima definizione di testo 10. Teoria dell’interpretazione 11. Le tre intenzioni del testo in U. Eco 12. Autore e Lettore modello secondo Eco 13. Prospettive teoriche e percorsi metodologici diversi 14. Immanenza e manifestazione 15. Testo e percorso generativo del senso 16. Analisi e modelli teorici: operazione e procedimento 17. Langue e Parole 18. Valore Linguistico in Saussure 19. Il carattere lineare del significante 20. Hjelmslev: il testo come processo 21. Sintagma e paradigma, sistema e processo 22. Quadrato Semiotico 23. Articolazione e segmentazione 24. Propp, le fiabe e lo studio delle forme 25. Le tre prove e il senso della vita 26. Personaggi e sfere d’azione 27. Fabula e intreccio 28. Narratività 29. Lo schema narrativo canonico 30. Casi grammaticali e attanti 31. Contratto e Conflitto 32. Propositi, desideri e intenzionalità: l’oggetto di valore 33. Le modalità 34. La Manipolazione 35. Competenza e performanza 36. Sanzione e veridizione 37. La narrazione come trasformazione di stati 38. Programmi Narrativi (PN) 39. La circolazione dell’oggetto di valore 40. Dal formalismo allo strutturalismo 41. Il lessema come luogo di irradiazione semantica: dall’Innominato al logo 42. Semi, classemi, lessemi e sememi 43. Semi esterocettivi, interocettivi, propriocettivi 44. Categoria timica: euforia e disforia 45. Valore differenziale e valore fenomenologico 46. Valore differenziale: dal valore linguistico al valore semiotico 47. Valore fenomenologico 48. Tassonomia, Assiologia, Ideologia 49. L’installazione del soggetto sensibile 50. Lettura e coerenza del testo 51. Isotopie del piano dell’espressione 52. Relazioni isotopiche 53. Tematico e figurativo 54. Dagli attanti agli attori 55. Il ruolo tematico dell’attore 56. Motivi e configurazioni discorsive 57. Procedure di iconizzazione ed "effetti realtà" 58. L'enunciazione 59. Storia e discorso 60. Mimesis e diégesis 61. Enunciazione linguistica ed enunciazione pragmatica 62. Débrayage, embrayage 63. Débrayage attanziale 64. L’enunciazione nei testi visivi 65. Enunciazione, ergonomia e interfaccia: relazione con gli oggetti 66. Focalizzazione e punto di vista 67. Débrayage temporale 68. Aspettualizzazione 69. Il ritmo e la tensione 70. Débrayage spaziale 71. Spazio enunciativo e spazio enunciazionale 72. Spazio e illusione referenziale 73. Lo spazio come metafora cognitiva 74. Localizzazione dei programmi narrativi 75. Spazio e assiologia 76. Débrayage percettivo, cognitivo e passionale 77. Effetto passione

 

Dettagli dei contenuti:

  • Autore: Priscilla Cavalieri
  • Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  • Esame: Semiotica
  • Docente: Patrizia Magli

Per approfondire questo argomento:

Altri appunti correlati:

Valuta questo appunto:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.