Skip to content

L'attendibilità dei sistemi informativi

La revisione dell'attendibilità dei sistemi informativi (SCI) si fonda sulla definizione di strutture e meccanismi di controllo basati su Sistemi informativi (relativi alle modalità di raccolta, trattamento ed elaborazione delle informazioni) e Procedure organizzative (cioè le modalità con cui sono suddivise le attività di rilevazione e controllo dei dati) al fine di monitorare il regolare raggiungimento degli obiettivi di:
1.    Economicità della gestione: efficacia/efficienza dei risultati economici, competitivi e sociali;
2.    Attendibilità del sistema informativo: con ripercussioni sul bilancio da pubblicare;

3.    Conformità alle normative di riferimento: civilistiche; fiscali; ambientali; etiche; del lavoro.
Si può affermare che il termine “attendibilità” esprime il grado di correttezza con cui determinate informazioni forniscono adeguata rappresentazione a una specifica realtà aziendale, a partire da una chiara e ben definita finalità conoscitiva. Da un punto di vista applicativo, un'informazione può quindi considerarsi attendibile qualora, dal suo confronto con altri dati rappresentativi della medesima realtà emerge una sostanziale, precisa e univoca concordanza.
Come conseguenza di quanto detto, il giudizio di attendibilità su una rilevazione aziendale, derivando dal confronto con altri dati, possiede le caratteristiche di un giudizio probabilistico: quante più informazioni si possono confrontare con riferimento ad un medesimo oggetto di verifica e quanto più esse concordano, tanto maggiore sarà il grado di convincimento in merito all'attendibilità delle medesime. Quindi la numerosità dei confronti costruibili rappresenta l'elemento chiave. Le informazioni (evidenze) confrontabili possono essere di provenienza diversa:
- Rilevazioni interne all'azienda: reperibili all'interno dell'azienda stessa;
- Rilevazioni esterne all'azienda: che provengono da soggetti esterni indipendenti;
- Rilevazioni desunte dall'osservazione diretta realtà aziendale.
In funzione della loro provenienza, le informazioni possiedono una diversa qualità persuasiva ovvero grado di efficacia probatoria, che sarà crescente per le rilevazioni esterne e ancora di più per quelle derivanti dall'osservazione diretta della realtà. Sarà quindi importante verificare preliminarmente, l'articolazione e il peso delle tre diverse tipologie di evidenza all'interno di un sistema informativo, poiché è proprio da ciò che deriva il grado di attendibilità.

Tratto da REVISIONE AZIENDALE di Salvatore Busico
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Revisione aziendale

Revisione aziendale riassunta puntualmente in questi appunti che esaminano tutti i principali temi relativi all'esame. I vari elementi della materia vengono considerati in tutte le componenti che il revisore deve tenere in considerazione.