Skip to content

Benjamin e il determinismo tecnologico


Il cyberspazio è un nuovo territorio politico?
Benjamin: cosa posso chiedere a un'opera d’arte in un'epoca di rimediazione?
L’opera d’arte contemporanea sembra offrire un aspetto della realtà che non può essere scisso dalla mediazione o dalla rimediazione e allo stesso tempo sembra che i nuovi media cerchino di presentarci precisamente un aspetto della realtà che è libero da tutte le mediazioni.
Determinismo tecnologico: il saggio di Benjamin è stato spesso interpretato come un’espressione del determinismo tecnologico. Politici e futurologi, ma anche i media elettronici e a stampa, sia che condannino o che celebrino la tecnologia, cadono facilmente nella retorica del determinismo tecnologico. Niente di buono può venir fuori dal determinismo tecnologico perché l’idea che la tecnologia possa provocare cambiamenti sociali viene considerata una giustificazione degli attuali eccessi del capitalismo tecnologico.
Badando a non cadere né nel determinismo tecnologico né nella tecnologia determinata, proponiamo di considerare gli agenti sociali e le forme tecnologiche come due facce della stessa medaglia: quindi di esplorare le tecnologie digitali come ibridi derivanti dalla combinazione di elementi tecnici, materiali, sociali ed economici.
L’immediatezza posseduta dai nuovi media si sostiene possa dipendere dall’interattività, cioè dal fatto che questi media possono cambiare il proprio punto di vista come risposta alle richieste dello spettatore o utente. Lo spettatore oscilla tra il pensiero di immediatezza e la seduzione esercitata dal medium.
In termini formali il desiderio di immediatezza è il desiderio di andare oltre il medium per raggiungere gli stessi oggetti della rappresentazione. Questo desiderio può essere rappresentato in modi diversi a seconda del mezzo di comunicazione in uso. L’immediatezza trasparente cerca di ottenere la prospettiva lineare attraverso una singola e giusta rappresentazione delle cose. La prospettiva lineare diventa il modo normale e normativo di guardare alle cose del mondo, mentre l’ipermediazione diventa la somma di tutti questi modi di vedere non convenzionali e in qualche modo devianti.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.