Skip to content

Fusione inversa


La fusione inversa è una forma particolare di fusione per incorporazione, nella quale la società partecipata incorpora la società partecipante. Alla fusione inversa, trattandosi di una forma particolare di fusione per incorporazione, si ritengono applicabili tutte le disposizioni in tema di fusione per incorporazione previste dal Codice Civile, in termini sia di documentazione necessaria, sia di procedimento e quindi di tempistica, sia di bilanci e situazioni contabili da predisporre. La peculiarità di tale fattispecie è rappresentata dal fatto che nel procedimento di aggregazione delle attività e passività, la società controllata “incorporante” si troverà ad avere nel proprio attivo azioni o quote proprie. Nella fusione inversa, fra gli elementi dell’attivo dell’incorporata che a seguito della fusione “passano” all’incorporante, trova collocazione la voce “azioni o quote della società incorporante”. Tale fatto ha generato in giurisprudenza due diversi orientamenti per quanto attiene l’applicabilità alla fusione inversa della disciplina dell’acquisto di azioni proprie, e sintetizzabili in due pronunce giurisprudenziali principali:
• la prima, secondo la quale si è in presenza di un acquisto di azioni proprie e risulta pertanto necessario costituire un’apposita riserva pari al valore di dette azioni.
• la seconda che invece sostiene che nella fusione inversa non si può parlare di acquisto di azioni proprie. Per quanto riguarda il concambio e l’assegnazione delle azioni dell’incorporante ai soci dell’incorporata-controllante, nella prassi di solito si verifica quanto segue: - l’incorporante procede ad un aumento del capitale sociale sulla base del valore di cambio fra incorporante e incorporata; - le azioni dell’incorporante emesse vengono assegnate ai soci della società incorporata, in base al rapporto fra i valori effettivi dei patrimoni delle due società. Nell’ipotesi di controllo al 100%, i soci dell’incorporata ricevono le azioni dell’incorporante nella medesima proporzione della loro partecipazione nell’incorporata; - successivamente si procede all’annullamento delle azioni proprie ed alla conseguente riduzione del capitale stesso.
Tratto da RIORGANIZZAZIONI AZIENDALI di Andrea Balla
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Economia aziendale

Accenni di economia aziendale e analisi delle principali caratteristiche e strutture delle aziende italiane.