Skip to content

Affidamento congiunto e assenza del padre

Le conseguenze negative del divorzio sui figli sono dovute al permanere del conflitto e all'assenza di un genitore. L'affidamento congiunto è stato ben accolto. Alcune femministe americane sostengono che l'affidamento dovrebbe essere in capo al genitore che durante il matrimonio si è prevalentemente occupato del figlio. In Italia è preponderante l'affidamento alla madre. È necessario aiutare i minori ad adattarsi agli eventi che difficilmente saranno visti come positivi. Soprattutto è necessario aiutarli a mantenere un rapporto con il genitore non affidatario, di solito il padre. Spesso i padri non affidatari si comportano da amici adulti piuttosto che da genitori, continuando quel tipo di rapporto che avevano durante il matrimonio, in questo modo eserciterebbero un'influenza molto debole sullo sviluppo psicologico dei propri figli. La fragilità del rapporto con il padre può indebolirsi di fronte al nuovo partner della madre che assolve le residuali funzioni del non affidatario.

Tratto da SOCIOLOGIA DEL DIRITTO di Alexandra Bozzanca
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Il nome di famiglia: profili comparatistici

Tesina conclusiva del ciclo di lezioni seminariali, tenuto dalla prof.ssa Palici Di Suni in tema di nome di famiglia.