Skip to content

Comiche del muto. Robinet e Cretinetti


Le comiche non hanno goduto inizialmente di interpreti capaci di nobilitare il genere, infatti la commedia raccoglie le storie degli altri generi senza mirare ad affermare una sua identità, mantenendo i rapporti di discendenza dalle forme di spettacolo popolare anteriore.  Il comico muto si muove all’interno dello spazio urbano parodiando la classe borghese e il fenomeno di ascesa sociale del dandy. Si vengono, tuttavia, a creare dei divi del genere: Marcel Fabre è Robinet e Andrè Deed è Cretinetti. La comicità italiano si basa sulla registrazione dei comportamenti di una società medio borghese parodiandone l’imperfezione dei riti.
Ci sono quattro film che rappresentano un’eccezione (Le avventure straordinarissime di Saturnino Farandola,  La paura degli aeromobili nemici, L’uomo meccanico, Pinocchio) data dall’innestarsi anche nel genere più popolare di uno spirito futurista che influenza la riflessione fantastico e fantascientifica.
Tratto da STORIA DEL CINEMA ITALIANO di Asia Marta Muci
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: