Skip to content

La natura ambivalente dell’organizzazione CRI


Detto ciò l'autore si sofferma sulle coppie di principi apparentemente opposti che fanno della CR un'organizzazione ambivalente di frontiera:
-    NAZIONALE/INTERNAZIONALE: la CR si muove su due binari: interviene sia in casi di emergenza nazionale, sia di emergenza internazionale. Ciò testimonia il suo carattere di organizzazione terza tra le parti e la sua forma organizzativa universalmente riconosciuta e accettata.
-    MILITARE/CIVILE: la CR nasce come istituzione militare, nel tempo ha perso questa forma organizzativa – la spinta dal basso dell'organizzazione di un'azione di soccorso proviene molto spesso da ambienti civili - sostituendola con forme sempre più vicine al modello civile fino ad arrivare alle forme organizzative tipiche del volontariato organizzato.
-    AMICO/NEMICO: questa coppia antitetica è uno dei principi cardine della CR, fin dalla sua origine. Essendo terza tra le parti – neutrale alla disputa – il principio è quello di soccorrere in campo di battaglia tutti coloro che ne hanno bisogno, senza distinzione alcuna. La  categoria di nemico viene sostituita con quella di umano.
-    PROCEDURE/IMPROVVISAZIONE: la CR deve essere in grado di far fronte anche a situazioni insolite. Esistono anche dei protocolli e delle procedure standard da applicare alle situazioni già conosciute, che si ripetono; al tempo stesso, però, deve mostrare grande flessibilità per far fronte alle situazioni impreviste. Tale flessibilità è dovuta all'esperienza che si fa sul corpo.
-    GERARCHIA/VOLONTARIATO: la CR è composta sia da persone retribuite che da volontari non retribuiti, caratterizzati da una forte spinta motivazionale.
-    ISTITUZIONE/MOVIMENTO: la CR è sia un' organizzazione strutturata, collocata territorialmente (come una vera e propria istituzione), sia un'organizzazione spontanea che trascende i confini territoriali per prestare soccorso dove ve ne è bisogno.
-    GLOBALE/LOCALE: non si fa riferimento all'ambito territoriale ma a quello etico, alla globalità dei valori: la Cr si ispira a valori universalmente riconosciuti. Con località dei valori ci si riferisce alle azioni che la cr mette in atto nei confronti della singola persona bisognosa di aiuto.
Tratto da UN RICORDO DI SOLFERINO, OGGI di Angela Tiano
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.