Skip to content

Cosa fa sentire colpevoli gli adolescenti


Per quanto riguarda il tipo di antecedenti situazionali dell’emozione di colpa, per lo più i ragazzi dicono di sentirsi in colpa perché responsabili di avere arrecato un danno a persone o cose, avere trasgredito norme morali o avere deluso le aspettative altrui.
Per quanto riguarda il confronto per età, nei partecipanti più giovani gli antecedenti della colpa si identificano per lo più con il danneggiare persone o oggetti (“fare del male fisico “danneggiare cose ) nei più grandi invece si e registrata una maggiore presenza di antecedenti che rivelano una certa attenzione alle conseguenze delle azioni sul piano relazionale e morale (“mentire”, “deludere”, “lasciare, tradire”).
Dal confronto di genere, nei maschi vi è una maggiore presenza di antecedenti legati al recare un danno ad altri, al danneggiare cose e al rubare, mentre nelle femmine gli antecedenti risultano maggiormente centrati sul mentire e sul deludere le aspettative altrui, e quindi più sugli aspetti interpersonali.
Per quanto riguarda la capacità degli adolescenti di mentalizzare l’emozione di colpa, essa cresce significativamente con l’età. Infatti, l’uso di predicati mentali aumenta nella tarda adolescenza.
I soggetti di tarda adolescenza non solamente scrivono di più, ma utilizzano anche maggiormente predicati mentali quali “pensare”, “riflettere”, “conoscere”, “immaginare”, che rimandano a una dimensione più mentale dell’emozione e a una maggiore capacità di descrivere gli stati interni e il proprio vissuto soggettivo, oltre agli aspetti esterni, manifesti e comportamentali.
 I quattordicenni, invece, mostrano ancora delle difficoltà nel produrre una vera e propria definizione dell’emozione in quanto rimangono ancorati agli aspetti concreti dell’emozione in oggetto, come gli stati fisiologici o le conseguenze pratiche oppure confondono l’emozione con la causa che la genera.
I più grandi, invece, mostrano di saper dare una definizione di colpa come emozione o stato d’animo che suscita un profondo disagio interiore caratterizzato da rimorso per qualcosa che è stato fatto.
Relativamente alla mentalizzazione dell’emozione di colpa in funzione del genere. Le adolescenti femmine, rispetto ai loro coetanei maschi, presentano una maggiore produzione verbale e utilizzano più predicati mentali.
Tratto da ADOLESCENZA E COMPITI DI SVILUPPO di Anna Bosetti
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: