Skip to content

I principali cambiamenti sessuali in pubertà


Segnale del processo di maturazione puberale è lo sviluppo dei caratteri sessuali secondari, ovvero del seno, del pelo pubico dei genitali, della prima mestruazione e della prima eiaculazione.
Tale maturazione può presentare consistenti variazioni riguardanti l’età a cui avviene e la durata del processo.
Con la maturazione puberale. ricompaiono nella vita del ragazzo le pulsioni sessuali, già presenti nei primi anni di vita, ma fortemente rallentate nel periodo della fanciullezza. Il ripresentarsi di tali pulsioni sessuali può accompagnarsi con manifestazioni della sessualità di tipo autocentrato o eterocentrato. La masturbazione rientra nel primo tipo di manifestazione e si presenta in modo abbastanza generalizzato sia nei ragazzi che nelle ragazze, suscitando reazioni diverse, il più della volte contrassegnate da sensi di colpa arrivando anche ad incidere sull’autostima del ragazzo che si avverte incapace di smettere e vive con un disagio sempre maggiore il fenomeno: accompagnare l’adolescente ad una consapevolezza diversa di tale manifestazione cogliendone il “carattere sostitutivo o anticipatorio”, e quindi transitorio e introduttivo alla sessualità adulta, potrebbe aiutarlo a vivere con minore ansia e preoccupazione il fenomeno stesso.
La sessualità eterocentrata rimanda invece a quei comportamenti che portano i ragazzi a cercare i coetanei dell’altro sesso, suscitando in loro interesse e cercando situazioni di contatto fisico e iniziale intimità, preludio di rapporti sessuali a cui si stanno preparando anche psicologicamente.
Tratto da ADOLESCENZA E COMPITI DI SVILUPPO di Anna Bosetti
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: