Skip to content

Architettura dell'Informazione - Classificazioni a faccette

Negli anni 30 del 900 il matematico e bibliotecario indiano Ranganathan creò un sistema di classificazione alternativo: la classificazione a faccette, detta anche analitico-sintetica. Si basa su: una fase di analisi, in cui un soggetto = argomento è scomposto in concetti più elementari = faccette, che esprimono un aspetto del soggetto; una fase di sintesi in cui le faccette sono ricomposte per ottenere classi. Ogni faccetta può assumere diversi valori = fuochi. Quindi ogni animale dello zoo di gaia può avere il dono dell'ubiquità e stare in più raggruppamenti continuamente. Così diventano molteplici i percorsi per raggiungere uno stesso elemento. È una classificazione multidimensionale.

Tratto da ARCHITETTURA DELL'INFORMAZIONE di Dario Gemini
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Analisi e progettazione del web

Appunti del corso "Analisi e progettazione del web". Si tratta di un Report su un'analisi della comunicazione online per i siti turistipercaso.it e panoramatravel.it.