Skip to content

Gli aspetti finanziari di un’acquisizione: la natura del fabbisogno finanziario

Il fabbisogno finanziario generato dalle acquisizioni aziendali è spesso di dimensioni davvero significative e si manifesta in larga parte contestualmente al passaggio di proprietà dell’azienda target, e quindi risulta concentrato nel tempo. Le modalità di copertura esercitano un notevole impatto sulla struttura finanziaria dell’impresa acquirente, sulla sua capacità d’indebitamento residua e sull’onerosità media delle proprie fonti di finanziamento. Le modalità di copertura richiedono comunque il mantenimento di un adeguato margine di manovra per operazioni finanziarie future. Il finanziamento delle acquisizioni è spesso effettuato con strumenti di capitale di debito non ordinari (obbligazioni convertibili, debito mezzanino) oltre che con il ricorso al capitale di rischio. Il fabbisogno finanziario complessivo indotto da un’acquisizione scaturisce da una serie di fattori distinti:

• Le uscite monetarie dirette all’acquisizione, che comprendono, oltre al prezzo d’acquisto, la posizione finanziaria netta dell’impresa acquisita, gli oneri fiscali, i costi di transazione finanziari e legali derivanti dal ricorso a consulenti;
• Le uscite monetarie legate alla gestione dell’impresa acquisita, che comprendono i fabbisogni connessi al finanziamento del capitale circolante, i costi che eventualmente si sosterranno per il recupero dell’efficienza gestionale (costi di liquidazione del personale in esubero, costi di adeguamento dei sistemi informativi,ecc.) e i costi necessari per riportare la gestione alle condizioni desiderate dall’acquirente.
• Le uscite monetarie connesse allo sfruttamento delle sinergie, quali, tipicamente, gli investimenti in capitale fisso e R&S, i costi di marketing e di distribuzione.

Naturalmente, al fabbisogno complessivo ottenuto come somma di queste componenti occorrerà sottrarre le risorse finanziarie in entrata derivanti dal disinvestimento di cespiti e assets non strategici o, comunque, non strumentali all’attività caratteristica della realtà aziendale acquisita.
Tratto da CORPORATE E INVESTMENT BANKING di Alessandra Depaola
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.