Skip to content

Tipologia dei piccoli imprenditori

- Autodatore di lavoro (l'obiettivo è di dare un lavoro a sè stesso);
- datore di lavoro (gli operai sono meri esecutori delle mansioni);
- imprenditori-amministratori (seguono la gestione e l'amministrazione dell'azienda);
- piccoli imprenditori-manager ( non si fuoriesce perciò da un clima di carattere familiare presente nell'azienda).

Per quanto riguarda il comportamento strategico del piccolo imprenditore:
- Gli obiettivi che ha sono personali;
- nel rapporto prodotti/mercato individua il monoprodotto;
- non vuole delegare i ruolo perchè ha le capacità manageriali;
- nelle organizzazioni e risorse non ha competenza.

Obiettivi:
a) Sopravvivenza della propria azienda e stabilità;
b) Logica incrementale ( fa investimenti aggiuntivi).
Competitività: non gli interessa una competenza basata sulle decisioni, ma il successo e la continua attenzione che egli pone giorno dopo giorno a ciò che accade nell'interesse dell'azienda; il che porta alla creazione di un ambiente poco formailzzato.

Tratto da ECONOMIA AZIENDALE di Vera Albanese
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro