Skip to content

Le Strategie di Sviluppo


Nel settore dei servizi pubblici, gli operatori preesistenti, i c.d. incumbent hanno visto affacciarsi la concorrenza in mercati nei quali avevano monopolizzato la domanda per anni.
La concorrenza nel settore ha portato non solo l’elaborazione di strategie di confronto competitivo, ma anche alla moltiplicazione di rapporti di alleanza strategica con altre imprese, finalizzati proprio al sostegno di certi obiettivi di posizionamento competitivo. I nuovi operatori hanno infatti costituito numerose coalizioni con l’obiettivo di superare le barriere all’ingresso di tipo tecnico-economico presenti in questi settori. Gli incumbent hanno invece agito sulla leva delle strategie di collaborazione, con alterni risultati, soprattutto in una proiezione di diversificazione dei prodotti e dei mercati geografici di riferimento.
L’aspetto però più interessante delle trasformazioni dei pubblici servizi è rappresentato dalle dinamiche competitive di ingresso e di posizionamento dei nuovi competitor, del modo in cui le scelte di questi newcomer sono state influenzate dalle strategie messe in atto dagli incumbent e infine delle performance aziendali che ne sono conseguite. Tuttavia uno dei capitoli fondamentali che qualifica il processo di liberalizzazione e deregolamentazione è rappresentato da un’insieme di misure atte a limitare il raggio di risposta competitiva degli ex monopolisti, per rendere efficace o ridurre l’esercizio del potere derivante dalla posizione dominante e creare le condizioni per un effettivo dispiegarsi delle condizioni di concorrenza tra più operatori.

Schematizzando
* radicale trasformazione della struttura, delle dinamiche e delle performance
* Pianificazione strategica  ->  strategie competitive
* Processo di liberalizzazione e deregolamentazione  ->  necessità di riduzione dell’esercizio del potere derivante dalla posizione dominante
* Strategie di sviluppo:
- Crescita dimensionale
- Sopravvivenza  ->  ridimensionamento
* Ex grandi monopolisti  ->  ridefinizione del business  ->  riposizionamento competitivo.

I principali percorsi di sviluppo delle imprese di servizi pubblici.
I percorsi di sviluppo delle imprese possono essere  distinti in due grandi macrocategorie:
Mantenimento del/i business
Ingresso in nuovi business
Obiettivo strategico di ciascuna impresa, in senso lato, è quello di preservare la propria competitività, ossia conseguire un vantaggio competitivo nei business nei quali è impegnata.
Nei servizi pubblici sono distinguibili 4 linee fondamentali di sviluppo:
* Strategie di sviluppo:
1. Strategie di diversificazione (la diversificazione con linee collegate) ->  multiutility
2. Strategie di apertura ai mercati internazionali. (fondate sull’entrata in nuovi mercati geografici)
3. Strategie di aggregazione (di integrazione verticale)
4. Strategia di focalizzazione (eliminare i “rami secchi”):
- unbundling (attività di separazione)
- core business
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.