Skip to content

La percezione subliminale


Rapide presentazioni, al di sotto della soglia di riconoscimento del soggetto, possono influenzare l'elaborazione delle info successive. Lo studio sul cinema di Fort Lee, effettuato negli anni cinquanta, suscitò molto clamore ma non fu mai chiaro a cosa fosse realmente dovuto l'incremento della vendita di pop corn.
I risultati sul priming indicano che un soggetto può essere influenzato da stimoli che non è in grado di riconoscere. In letteratura mancano riscontri chiari e univoci circa l'influenza che gli stimoli subliminali hanno sul comportamento.
I processi che guidano l'agire non sono limitati alla percezione; un conto è incidere sui comportamenti immediati, altro conto è presupporre effetti a lungo termine; in condizione di laboratorio è possibile inviare messaggi senza interferenze, mentre in condizioni naturali la componente interferente è elevata, tanto da coprire gli eventuali effetti del materiale subliminale.
Nonostante sia dubbio l'effetto, la paura dell'individuo di essere eterodiretto ha generato una rigida legislazione riguardo l'utilizzo dei messaggi subliminali.
E' possibile, inoltre, poter trarre beneficio da specifiche presentazioni subliminali (audiocassette per aumentare memoria → non si verificava nessun miglioramento nelle prestazioni mnestiche, ma si modificava il vissuto dei soggetti in relazione all'abilità che supponevano essersi incrementata: effetto placebo).
Gli effetti dei messaggi subliminali sembrano legati a fattori motivazionali o a credenze individuali. E' la pubblicizzazione dei possibili messaggi subliminali ad esercitare una forte azione di suggestione.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.