Skip to content

Marinetti e il cinema: breve approfondimento


Le innovazioni tecniche e l’invenzione delle macchine rappresentano un interesse costante per i futuristi, che vedono nell’utilizzo delle scoperte scientifiche la proiezione verso il futuro; l’invenzione cinematografica fa parte di queste scoperte, e l’importanza di questa creazione viene sottolineata nel Manifesto della cinematografia futurista pubblicato nel 1916 da Marinetti in collaborazione con altri futuristi. Gli autori sintetizzano il cinema futurista nella formula << Pittura + scultura + dinamismo plastico + parole in libertà + intonarumori + architettura + teatro sintetico = cinematografia futurista >>. Il primo vero film s’intitola Vita Futurista, e fu scritto, diretto ed interpretato dagli stessi autori del manifesto. La pellicola purtroppo è andata perduta, ma ne rimangono pochi fotogrammi.
Anche per il cinema vengono riproposti i soliti concetti letterari già incontrati nel primo manifesto del 1909. Tuttavia, quello che caratterizza la cinematografia futurista è l’influenza dei suoi molteplici concetti su altri paesi come la Germania, la Francia e la Russia.

Tratto da FILIPPO TOMMASO MARINETTI di Silvia Lozza
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: