Skip to content

Personaggi del cortometraggio "Film", Oc e Og. Inquadratura e sequenze


Film è incorniciato da una struttura simmetrica





così da significare che in un’opera segmentata da ben 132 inquadratura possiamo rilevare delle connessioni molto forti tra la prima e l’ultima inquadratura come tra la seconda e la penultima.
    In breve, l’inquadratura si apre su una superficie rugosa, ingrandita all’inverosimile e per questo non immediatamente identificabile con una qualsiasi realtà, che man mano comincia a muoversi e prender forma palesandosi in un occhio. Quando questo ci appare completamente aperto l’inquadratura 2 ci mostra un muro. L’inquadratura 131 è uno schermo completamente oscurato mentre nella 132 ritorna un primissimo piano sull’occhio aperto nella cui parte centrale compare la scritta a caratteri bianchi:

FILM
by Samuel Beckett

La prima e l’ultima inquadratura possono costituire l’ENTRATA e l’USCITA dal “viaggio” filmico con un effetto di analogia. La seconda inquadratura riprende l’elemento che sarà il filo conduttore, l’elemento cioè che accompagna Og nella sua avventura da un ambiente esterno ad uno interno, mentre la penultima annulla tutto ponendosi quindi in completa opposizione.
All’interno è invece formato da tre parti che possiamo chiamare anche sequenze:
▪ la strada (circa 8 minuti)
▪ le scale (circa 5 minuti)
▪ la stanza (circa 17 minuti)
    Il protagonista, impersonato dall’attore Buster Keaton, è composto da due parti  che definirei “convergenti” in quanto Oc (l’occhio, la macchina da presa) insegue Og (l’oggetto) per poi, nell’ultima parte della pellicola, svelare che l’inseguitore cioè l’essere dotato di percezione (Og comincerà a percepire, introducendo quindi una doppia percezione solo nella terza parte) non è altri che il protagonista stesso; e infrangere una convenzione: quella dell’angolo con cui la macchina da presa riprende Og. L’angolo in questione non deve superare mai i 45°, quando questo accade la percezione per Og diventa l’angoscia dell’essere percepito.
Tratto da "FILM" DI SCHNEIDER E BECKETT di Ornella Castiglione
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: