Skip to content

Profilo economico, finanziario e di rischio


Sono 3 le dimensioni da tenere in considerazione per una corretta gestione del credito commerciale: economica, finanziaria e del rischio.
Il profilo economico e il profilo finanziario appaiono apertamente in contrasto:
La funzione economica del credito è infatti assolta in modo tanto più completo quanto maggiori sono le dilazioni accordate ai clienti (maggiori volumi di vendita e maggiore R.O), mentre considerazioni legate ai fabbisogni finanziari impongono di ridurre al minimo il ritardo temporale intercorrente tra vendita e incasso. (cruciale è l’attenzione per gli strumenti e le condizioni di pagamento)
Al di là dell’aspetto finanziario, l’estendersi delle dilazioni comporta normalmente una maggiore variabilità sia del reddito sia dei flussi finanziari, modificando il profilo di rischiosità complessiva aziendale (ritardi pagamenti e perdite su crediti), a motivo dell’imprevedibilità che tende ad aumentare al crescere dell’orizzonte temporale.
La contrapposizione tra queste dimensioni può essere risolta tenendo come punto di riferimento l’obiettivo di creare valore per l’azienda: si dovrà utilizzare la leva del credito fintantoché le vendite incrementali ottenute con detta leva non verranno erose dai costi prodotti dall’aumento del credito (costi di gestione, perdite su crediti e oneri per il finanziamento del capitale investito).

Tratto da FINANZA D'AZIENDA di Alessia Chiovaro
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Finanza d'impresa

La finanza aziendale è la disciplina che studia le dinamiche del capitale nell’ambito della gestione d’impresa, compatibili con gli obiettivi generali di fondo dell’impresa stessa.