Skip to content

I pazienti fragili in età avanzata


I pazienti fragili invece sono soggetti di età avanzata affetti da patologie multiple croniche, con stato di salute instabile e complicati da problematiche socio-economiche. Questi anziani hanno un elevato rischio di cadute, traumi, ricoveri, dipendenze e la loro guarigione è molto lenta. La fragilità è favorita dall’invecchiamento degli organi, dalla precaria omeostasi, da tossici farmacologici (prescribing cascade = effetti collaterali di tanti farmaci curati con altri farmaci), da danni patologici. Inoltre spesso questi soggetti vengono messi in case di cura dove prendono il sopravvento la solitudine, l’incapacità di comunicare e reagire, la depressione. E’ pertanto facile in certi casi cadere in scompensi funzionali (organi che lavorano al limite delle loro possibilità e che  per un evento patologico possono andare incontro a deficit funzionali), scompensi a cascata (il deficit funzionale di un organo trascina anche altri organi), circoli viziosi (processi infettivi possono peggiorare e causare ulteriori danni).
Tratto da GERIATRIA di Lucrezia Modesto
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: