Skip to content

Gian Lorenzo Bernini: Colonnato di Piazza San Pietro


Commissionato nel 1657 da papa Alessandro VII, tale colonnato cpnsta di 284 colonne e di 88 pilastri disposti su 4 file. A coronamento della struttura, sorretto da enormi capitelli di ordine tuscanico, vi è uno spesso architrave sormontato da una cornice marmorea. La copertura è a capanna, come nei templi classici, ma in prossimità della gronda si erge una massiccia balaustra sulla quale sono collocate, rivolte simbolicamente verso la piazza, 162 gigantesche statue di santi. Il colonnato, la cui forma è geometricamente assimilabile a quella di un’enorme ellisse, si congiunge alla facciata della basilica vaticana grazie a due ali laterali fra loro vistosamente divergenti. Se tali ali fossero state parallele sarebbero apparse, a causa della deformazione prospettica, convergenti al centro: la facciata di San Pietro sarebbe sebrata prospetticamente più lontana. In questo modo, invece, la percezione delle distanze si attenua e la facciata sembra più vicina, quasi direttamente affacciata sulla piazza. Il colonnato, inoltre, ha anche un particolare valore simbolico: i due rami curvi fanno pensare in modo abbastanza evidente a una sorta di grande abbraccio simbolico.
Tratto da ITINERARIO NELL’ARTE di Elisabetta Pintus
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.