Skip to content

Lo Spedale Degli Innocenti


Si articola intorno a un chiostro centrale, affiancato da due grandi ambienti: la chiesa e il dormitorio per gli orfani. Esso si erge su un ripiano a cui si proviene per 9 scalini. 9 sono anche le arcate del porticato e altrettante sono le campate coperte da volte a vela, 9 sono le finestre di forma classica. Esse, sormontate da un timpano, poggiano direttamente sulla cornice dell’alta trabeazione che, tangente al cervello degli archi, è sostenuta da un ordine maggiore di paraste situate alle estremità della fabbrica. Tali paraste sono a loro volta affiancate da colonne libere. Nei timpani aveva progettato dei tondi concavi, a scodella, tangenti a due archi contigui e al sovrastante architrave, poi sostituiti da ceramiche di Della Robbia. L’intercolumnio è pari all’altezza delle colonne e alla profondità del porticato: la campata, perciò, è di forma cubica.
Tratto da ITINERARIO NELL’ARTE di Elisabetta Pintus
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.