Skip to content

Massima resistenza senza danni

 
I genitori devono esprimere chiaramente i propri punti di vista e le proprie convinzioni, senza però aspettarsi che i figli le condividano. Si tratta dunque di essere contemporaneamente onesti e affettuosi, non fingere e dare all’altro le stesse opportunità.
Si tratta di esprimersi in un modo che “lasci il segno”, e soprattutto di essere presi sul serio.
I genitori vengono presi sul serio quando possiedono l’arte di prendere sul serio i figli. Quest’arte presuppone che evitino di criticare i figli, di mortificarli e di prenderli in giro.
È importante anche trovare il momento giusto per parlare.
Il fatto che molti adulti non trovino le parole giuste o non sappiano cosa dire dipende paradossalmente dalla maggiore apertura e franchezza a cui sono stati improntati negli ultimi anni i rapporti fra genitori e figli. Le cose che una volta i figli tenevano nascoste ai genitori, adesso le fanno direttamente davanti ai loro occhi. Questo da un lato ci offre enormi opportunità di adottare soluzioni creative e personali, ma dall’altro genera un senso di disorientamento e di impotenza. Il modo migliore è il dialogo franco e diretto.
Siccome gli adulti abusano sempre meno del loro potere nei confronti dei figli e i figli quindi possono sviluppare più liberamente la propria personalità, si può paragonare il dialogo che è necessario instaurare con i figli più grandicelli a quello che è altrettanto indispensabile stabilire con il proprio compagno.
Secondo una vecchia abitudine i genitori dimostrano il proprio interesse per i figli informandosi regolarmente di quello che fanno. Spesso continuano a interrogarli anche quando i figli hanno smesso da tempo di dare loro risposte soddisfacenti.
Molte volte, poi, chi deve rispondere non riesce a capire se le domande siano espressione di interesse, preoccupazione, curiosità o non rivelino piuttosto un desiderio di controllo. Spesso dietro al mutismo e ai monosillabi si nascondono insicurezza o risentimento.
Tratto da LA FAMIGLIA È COMPETENTE di Anna Bosetti
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro