Skip to content

Lo sguardo nella seduzione


Il primo segnale di attenzione e di interesse reciproco nella seduzione è stabilire un iniziale contatto oculare. Il sistema visivo è il sistema sensoriale più sviluppato nella specie umana e ha un valore primario nei nostri incontri con gli altri, poiché ciascuno di noi è molto sensibile allo sguardo altrui, anche se di durata molto breve.
Lo sguardo è un gioco complesso e sottile per capire lo stato d’animo e per cogliere le intenzioni degli altri. Occorre che, per essere efficace, il seduttore abbia una regia articolata ditale gioco.
Si è osservato che le donne dilatano in modo significativo la pupilla come reazione a uno sguardo diretto, mentre non hanno questa reazione nel caso di uno sguardo deviato. Assai più degli uomini, esse sono quindi sensibili e attente ai segna l sociali e potenzialmente affettivi.
Nella seduzione, se all’inizio il seduttore fa ricorso a uno sguardo fisso e insistente, esso può apparire minaccioso, autoritario e invadente, oppure fastidioso e irritante. Una volta avviato il gioco di sguardi fra il seduttore e il partner, si giunge in tempi abbastanza rapidi allo sguardo reciproco.
Quando la seduzione giunge a uno stadio più avanzato e fra i partner si è creato un legame di intimità, lo sguardo reciproco diventa assai più prolungato e duraturo. È uno sguardo diretto, ravvicinato e prolungato, sentito come né invadente né dominante, in grado di aumentare la partecipazione affettiva reciproca fra i partner.
Gli uomini sono particolarmente attratti dalle donne con pupille largamente dilatate, mentre le donne preferiscono gli uomini con pupille mediamente dilatate. Questo dato è stato interpretato come segnale di maggiore cautela da parte delle donne nel lasciarsi attrarre dagli uomini.
Tratto da LA SEDUZIONE di Anna Bosetti
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro