Skip to content

L'ispezione




È un mezzo di ricerca della prova statico, diretto ad accertare le tracce e gli altri materiali del reato ed è  disposta con decreto motivato dall'autorità giudiziaria, vale a dire dal p.m. e dal giudice del dibattimento con esclusione del giudice delle indagini preliminari, non essendo consentita l'ispezione stessa nell'incidente probatorio.
Se il reato non ha lasciato tracce o altri effetti materiali o se questi siano scomparsi oppure siano stati cancellati, dispersi, alterati o rimossi, l'autorità giudiziaria deve descrivere lo stato attuale e, in quanto possibile, verificare quello preesistente, curando anche di individuare modo, tempo e cause delle eventuali modificazioni. In tal caso, nel corso dell'ispezione, l'autorità giudiziaria può disporre rilievi segnaletici, descrittivi e fotografici e ogni altra operazione tecnica.
L'ispezione può avere per oggetto persone oppure luoghi o cose.
L'ispezione personale prevista dall'art. 245 c.p.p. consiste in un mezzo di ricerca della prova diretto ad accertare od osservare la persona o parti di essa al fine di rilevare le tracce o gli altri effetti materiali del reato. Siffatta ispezione appare particolarmente delicata in quanto comporta una restrizione della libertà personale. Per tale ragione il legislatore prevede nell'espletamento dell'ispezione alcune garanzie:
- prima di procedere all'ispezione personale l'interessato è avvertito della facoltà di farsi assistere da persona di fiducia sempreché questa sia prontamente reperibile. La persona di fiducia deve avere i requisiti richiesti per i testimoni ad atti del procedimento;
- l'ispezione personale è eseguita nel rispetto della dignità e, nei limiti del possibile, nel rispetto del pudore di chi vi è sottoposto e può essere eseguita anche per mezzo di un medico.

Per quanto concerne l'ispezione di luoghi o di cose diretta anch'essa all'accertamento delle tracce e degli altri effetti materiali del reato, l'art. 246,1 c.p.p. dispone che all'atto di iniziare le operazioni, sempre che  siano presenti, debba essere consegnata copia del decreto che dispone l'accertamento all'imputato e in ogni caso a chi abbia l'attuale disponibilità del luogo.
Tratto da LINEAMENTI DI PROCEDURA PENALE di Enrica Bianchi
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

  • Autore: Enrica Bianchi
  • Titolo del libro: Lineamenti di procedura penale
  • Autore del libro: Gilberto Lozzi
  • Editore: Giappichelli
  • Anno pubblicazione: 2008

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.