Skip to content

Trattamento della lussazione della spalla


-Incruento= riduzione con manovra di Kocher: è chiaro che se ho una testa omerale dislocata rispetto alla cavità glenoidea devo andare a riposizionarla; questo lavoro di riposizionamento prende il nome di “riduzione”, così come per la frattura abbiamo la riduzione dei frammenti allo stesso modo qui abbiamo la riduzione dei capi articolari. La riduzione può essere effettuata con manovre diverse, quella di kocher è tra le più utilizzate, viene ottenuta attraverso una trazione, in pratica succede che questa testa si incarcera al davanti, al disotto, o dietro della gleno-omerale e allora trazionandola si scastra la testa e si utilizza la forza elastica della capsula articolare per farla rientrare. Una volta che è stata operata la riduzione si passa alla immobilizzazione con una fasciatura per es alla Desault che viene ad essere mantenuta per un periodo variabile per esempio 20-25 gg; si immobilizza per provare a prevenire la lussazione abituale, cioè abbiamo avuto questa testa che è fuoriuscita e ha determinato lesioni della capsula, delle strutture miotendinee circostanti, e allora si immobilizza affinchè queste strutture possano cicatrizzare e riparare nel miglior modo possibile, ma se non si dovessero riparare questa testa risulterà essere poco ben contenuta e quindi può facilitare l’insorgenza di una lussazione abituale.
-Cruento= chirurgico: vi si ricorre nelle lussazioni irriducibili incruente, cioè quando si prova a fare la riduzione incruenta (detta così perché non vi è l’aggressione chirurgica) attraverso la trazione e non ci si riesce, questo evento comunque è abbastanza difficile anche perché la trazione può essere provata a vivo e se non ci si riesce a vivo (perché il soggetto provando molto dolore è contratto dal punto di vista muscolare) si fa in anestesia quindi il paziente è rilasciato, non  c’è nessun tipo di resistenza e la testa torna apposto. Il trattamento chirurgico può essere quindi fatto in caso di lussazioni particolari che non possono essere ridotte oppure nell’ambito delle complicanze quando oltre alla lussazione c’è pure associata la frattura che richiede quindi l’intervento chirurgico oppure quando ci troviamo di fronte alle lussazioni abituali, tenendo presente però che soggetti con lussazione abituale sono anche descritti in campo psichiatrico perché ci sono soggetti che si divertono di questa lussazione abituale e allora sono pazienti che non vanno trattati chirurgicamente, anche perché dopo l’intervento faranno di tutto per rilussarsela di nuovo.
In un intervento di lussazione abituale si fa la capsulo-plastica, cioè questa capsula che è larga, ridondante, viene richiusa nuovamente.
Tratto da MALATTIE DELL'APPARATO LOCOMOTORE di Irene Mottareale
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi: